Lavoro, stage ed opportunità

Concorso funzionari amministrativi 2021: le ultime novità

concorso funzionari amministrativi
Concorso funzionari amministrativi: il Ministero dell'Economia e delle Finanze ricerca personale per il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato.

Concorso funzionari amministrativi: il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha rilasciato un bando che mira all’assunzione di personale da inquadrare nel ruolo di funzionario amministrativo contabile. In particolare, sono stati banditi 20 posti per la posizione citata, in terza area funzionale, fascia retributiva F3 e in riferimento al Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, uffici di Roma.

Questa opportunità potrebbe rivelarsi davvero interessante per molti aspiranti candidati e il bando, che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, riporta tutte le informazioni per poter prendere parte al concorso. Ecco quali sono le principali notizie in merito a requisiti, prove e modalità di partecipazione.

Concorso funzionari amministrativi: requisiti

I candidati che presenteranno la domanda di partecipazione al concorso dovranno soddisfare i seguenti requisiti alla data di scadenza del termine utile per la richiesta di partecipazione:

  • cittadinanza italiana o di uno stato membro dell’UE;
  • godimento diritti civili e politici;
  • possesso di uno dei seguenti titoli di studio: “laurea magistrale” (LM), appartenente ad una delle seguenti classi: LM-16 – Finanza LM-18 – Informatica; LM-31 – Ingegneria gestionale; LM-32 – Ingegneria informatica; LM-40 – Matematica; LM-52 – Relazioni internazionali; LM-56 – Scienze dell’economia; LM-62 – Scienze della politica; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-66 – Sicurezza informatica; LM-77 – Scienze economico-aziendali; LM-82 – Scienze statistiche; LM-83 – Scienze statistiche attuariali e finanziarie; LM-88 – Sociologia e ricerca sociale; LMG-01 – Giurisprudenza; o altra laurea specialistica (LS) o magistrale (LM) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009; o “diplomi di laurea” (DL), equiparati alle suindicate classi di lauree magistrali (LM);
  • possesso di uno dei seguenti titoli accademici post-laurea: dottorato di ricerca: in materie giuridiche o economiche, in diritto europeo e internazionale, in materia di contabilita’ e bilancio, o in materia statistica, in metodi quantitativi per l’economia, in analisi dei dati e in analisi delle politiche pubbliche; o master universitario di secondo livello: in materie giuridiche ed economiche concernenti il diritto europeo e internazionale, in materie inerenti alla contabilita’ e al bilancio, anche ai fini dello sviluppo e della sperimentazione dei relativi sistemi informativi, o in materia statistica, in metodi quantitativi per l’economia, in analisi dei dati e in analisi delle politiche pubbliche.
  • conoscenza della lingua inglese, pari almeno al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento;
  • idoneita’ fisica all’impiego;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, interdetti dai pubblici uffici, destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, per persistente insufficiente rendimento, licenziati da altro impiego statale ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver conseguito l’impiego a seguito della presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;
  • non avere a proprio carico precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere nell’ambito dei compiti istituzionali del Ministero dell’economia e delle finanze.

Le prove del concorso

Secondo la procedura concorsuale, saranno valutati i titoli posseduti e dichiarati dal candidato. Inoltre, è prevista una prova orale nelle seguenti materie:

  • Ragioneria generale ed applicata;
  • Scienza delle finanze;
  • Contabilità di Stato e degli enti pubblici;
  • Analisi delle politiche pubbliche;
  • Politica economica;
  • Diritto amministrativo ed elementi di diritto dell’Unione europea, con particolare riferimento alla governance economica europea;
  • Statistica e analisi dati.

La prova orale verterà anche sulle seguenti materie:

  • ordinamento e attribuzioni del Ministero dell’economia e delle finanze;
  • codice di comportamento del Ministero dell’economia e delle finanze;
  • normativa in materia di trasparenza e prevenzione della corruzione.

Inoltre, in sede di prova orale si verificherà:

  • la conoscenza della lingua inglese finalizzata ad accertare il livello di competenza linguistica del/della candidato/a pari almeno al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento;
  • la conoscenza delle tecnologie informatiche nonché delle competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione.

Modalità di partecipazione

Per poter partecipare al concorso funzionari amministrativi è necessario presentare la domanda esclusivamente per via telematica all’indirizzo riportato sul bando, corrispondente al sito ufficiale del MEF per i concorsi. Per accedere al sito e compilare la domanda sarà necessario identificarsi tramite identità digitale.

La procedura di compilazione e invio della domanda dovrà essere presentata necessariamente entro le ore 16:00 del 22 novembre 2021. Inoltre, per partecipare al concorso è necessario il possesso di un indirizzo PEC intestato al candidato. Per ulteriori informazioni, si suggerisce la visione del del bando integrale, disponibile sulla Gazzetta Ufficiale

 Concorso Ministero della Cultura: requisiti e scadenze

 

Speciale Test Ammissione