Università in pillole

Erasmus+, arriva un’app: gli studenti faranno domanda da smartphone 

studenti erasmus
Aggiornata l'applicazione Erasmus+: disponibile in tutte le lingue Ue, sarà utile e operativa per accedere a diversi servizi, informazioni e pratiche burocratiche.

Ieri la Commissione Europea ha lanciato la nuova App Erasmus+ per tutti gli studenti europei che potranno scegliere la loro destinazione attraverso il proprio smartphone. Il programma di mobilità esiste da diversi anni, dal 1987, mentre nel 2017 era uscita la prima versione dell’applicazione.

Tante sono le novità introdotte con l’ultima versione: redatta in tutte le lingue dell’Unione Europea, gli studenti, oltre a scegliere la loro destinazione, potranno firmare online il proprio contratto di apprendimento, scoprire eventi e consigli utili relativi alla loro destinazione ed entrare in contatto con altri studenti.

Di conseguenza, viene creata un’unica piattaforma digitale per trovare tutte le informazioni, il supporto e i servizi di cui hanno bisogno per un periodo di mobilità all’estero. Questa app, inoltre, sarà connessa alla rete “Erasmus Without Paper” utilizzata da oltre 4mila università, consentendo processi amministrativi più facili e trasparenti.

Non un semplice aggiornamento, ma un grande passo verso la digitalizzazione del percorso di mobilità Erasmus+“, ha detto la commissaria Mariya Gabriel. L’app permetterà a ogni studente di avere una Carta europea reperire più facilmente i contratti di apprendimento; si potrà accedere ad alcuni servizi e verrà facilitato il riconoscimento dei percorsi formativi. “È il punto di partenza per la creazione di un vero spazio europeo dell’istruzione“, ha aggiunto la commissaria Gabriel.

Speciale Test Ammissione