News Sicilia

Sicilia, in 150 ballavano senza mascherine in un locale: denunce e chiusura

Festa abusiva in Sicilia
In Sicilia il Coronavirus non spaventa tutti: continuano le feste senza licenze e all'insegna del mancato rispetto delle norme anti-Covid.

Da domani in Sicilia scatteranno restrizioni per oltre 50 comuni con l’obiettivo di ridurre la diffusione del contagio. I dati in crescita, tuttavia, non fermano alcuni soggetti che continuano ad organizzare ed a partecipare a serate danzanti all’insegna del mancato rispetto delle norme anti-Covid. L’ultima di queste, tenutasi in un locale di Cinisi, è stata interrotta nelle scorse ore dai carabinieri della compagnia di Carini: erano presenti 150 persone, un numero oltre il limite di capienza.

Secondo le ultime indiscrezioni, i clienti non indossavano la mascherina né stavano rispettando le regole utili al contrasto del virus. Sono scattate denunce per ben 4 persone, ovvero  i 2 proprietari del locale, l’amministratore legale e il dj, su cui ora ricade anche l’accusa di apertura abusiva di pubblico trattenimento e svolgimento di trattenimenti danzanti in assenza di licenza. Inoltre, è stata imposta una chiusura di cinque giorni per l’esercizio commerciale. Strumenti musicali e amplificatori sono stati, infine, sequestrati.

 

Università di Catania