Calcio Catania

L’ultima spiaggia del Calcio Catania: si chiede aiuto a tifosi e città per non sparire

La situazione economica del Calcio Catania appesa ad un filo: Sigi chiede l'aiuto economico ai proprio tifosi "in tempi brevissimi", con iscrizione e matricola a rischio.

Uniti per il Calcio Catania, orgoglio catanese” è lo slogan lanciato stamane attraverso un comunicato stampa congiunto di Calcio Catania e Sigi, attuale proprietaria del titolo calcistico catanese.

Una notizia che era già trapelata nelle primissime ore ma che ha trovato conferma attraverso le parole sul proprio sito ufficiale. Il Calcio Catania è in serie difficoltà e, nonostante questa non rappresenti una novità della ultima ora, la notizia di un accorato e ufficiale appello d’aiuto a città e tifosi lo è sicuramente.

Nelle scorse settimane lo stesso avvocato Giovanni Ferraù, in rappresentanza della Sigi, aveva più volte dichiarato e allontanato ogni dubbio circa l’iscrizione al nuovo campionato di Serie C, sebbene gli annosi problemi economici erano ben chiari a tutti.

Adesso, invece, c’è a rischio l’intera sorte della matricola 11700, ancora una volta, dopo il miracoloso salvataggio della scorsa estate in preda ai tribunali. Il rischio è quello di non riuscire ad avere i fondi necessari (circa 2,3 milioni di euro) per portare avanti il progetto rossazzurro, già martoriato da anni per le vicende extracampo e societarie.

Sono ancora in corso alcune interlocuzioni con investitori stranieri per rilanciare la nostra squadra del cuore ma soltanto Catania, in questa fase, può sostenere il Calcio Catania. Amore, passione, dedizione e profondi sentimenti rossazzurri appartengono anzitutto ai catanesi.  La storia del club deve continuare. Oggi più che mai, dipenderà da tutti noi, nessuno escluso“; si apre così l’accorato comunicato stampa congiunto, con un vero e proprio grido d’aiuto ai tifosi rossazzurri.

Un appello disperato, un’ultima spiaggia per non far scomparire la gloriosa matricola cucita sul petto dal 1946. La causale, da corredare ai soldi del bonifico, è il “versamento caparra sottoscrizione nuove azioni sociali“, ovvero il principio del tanto decantato azionariato popolare, già vincente in società spagnole come Real Madrid e Barcellona.

Resterà da capire se Joe Tacopina adesso provi l’accelerata finale, nonostante le garanzie richieste e mai ottenute dalla Sigi dalla pubblica amministrazione (Comune di Mascalucia e Agenzia delle Entrate in primis), oppure un miracolo popolare che, probabilmente, sarà solo il protrarsi di un’agonia annunciata. “Pertanto invitiamo tutte le persone che nutrono un sincero affetto per il Calcio Catania – continua il comunicato – ad effettuare un versamento, libero nella misura, destinato a garantire alla società la forza necessaria in tempi brevissimi.  Qualora la somma corrisposta non fosse utilizzata, Sport Investment Group Italia provvederà al rimborso integrale della stessa“.
IBAN: IT67C0312416900000000015547
 
Intestato a: Sport Investment Group Italia S.p.A.  – BANCA DEL FUCINO
 
Causale: Versamento caparra sottoscrizione nuove azioni sociali

Rimani aggiornato