Attualità

Bonus condizionatori 2021: come funziona e come richiederlo

bonus condizionatori
Bonus condizionatori 2021: come funziona? Come richiederlo? Ecco una guida per chi vuole acquistare o sostituirne uno e usufruire dell'agevolazione fiscale.

Bonus condizionatori 2021: lo sconto per chi desidera acquistare un condizionatore in vista dell’estate è stato riconfermato anche per quest’anno. A stabilirlo è l’ultima legge di Bilancio del Governo Draghi. La misura rientra tra quelle che, a seguito delle difficoltà economiche legate alla pandemia da Coronavirus, sono state pensate per incentivare una graduale ripresa delle attività.

Ma come funziona? A chi è destinata e come fare per richiederla? Ecco una breve guida su come usufruire di questa agevolazione fiscale.

Bonus condizionatore 2021: chi può richiederlo

La misura è destinata a tutti coloro intendono acquistare un condizionatore nuovo o decidono di sostituirne uno vecchio. La spesa per l’acquisto o la sostituzione può essere detratta fiscalmente sugli acquisti del 2021 e varia in base alla tipologia di lavoro. Chi può effettivamente richiedere il bonus?

Come regola generale, possono richiederlo i proprietari dell’immobile, cioè singoli cittadini privati, associazioni o società proprietarie di immobili, cooperative, enti pubblici o privati, persone che pagano le spese sull’immobile o titolari di diritti sull’immobile.

Come richiedere il bonus

L’agevolazione dedicata a chi intende acquistare un condizionatore può essere richiesta tramite il modello unico del 730 in dichiarazione dei redditi o come sconto immediato. La condizione per richiederlo è che l’acquisto e la seguente installazione siano effettuate secondo le normative vigenti e che il pagamento sia effettuato tramite bonifico bancario, postale o parlante. Non è possibile acquistare tramite carta di credito, assegni, contanti e bancomat.

Bonus condizionatori 2021: come funziona

È bene sapere che, per quanto riguarda la misura in questione, l’Iva sarà applicata al 10% e non al 22%. Questa non sarà applicata sul prezzo totale, bensì sulla differenza tra valore totale del servizio e costo dell’impianto.

Nello specifico, lo sconto per le pompe di calore ammonterà a quota 50%, se sono di classe energetica A+ e l’acquisto è destinato a opere di ristrutturazione. Qualora, invece, si decida di acquistare senza tuttavia ristrutturare l’immobile, è obbligatorio cambiare il vecchio condizionatore e migliorarne la classe energetica. In questo caso, si avrà diritto a un massimo del 65% di sconto in caso di acquisto di un prodotto a elevata efficienze.

Per concludere, per ottenere lo sconto del 110%, previsto dal Superbonus, occorre la totale sostituzione del vecchio impianto di raffreddamento o di riscaldamento.


Bonus asilo nido 2021, confermato contributo INPS: come fare domanda

Rimani aggiornato

Università di Catania