Attualità

Sicilia zona arancione, non scatta il rosso ma contagi ancora alti

sicilia zona arancione regole
Sicilia zona arancione anche la prossima settimana, ma la situazione rimane da monitorare. Zona rossa evitata per poco ma contagi ancora molto alti.

Sicilia in zona arancione anche la prossima settimana. Il monitoraggio settimanale condotto da Iss e Ministero della Salute certifica un calo dell’indice Rt, che passa da 1,22 a 1,03. Indice ancora superiore a 1, quindi, ma lontano dall’1,25 che fa scattare il rosso. Restano tra le regioni con le restrizioni più severe Puglia, Valle d’Aosta e Sardegna, mentre la Campania, finora zona rossa, passa in arancione.

La situazione in Sicilia rimane comunque da monitorare. Nella giornata di ieri il bollettino indica la presenza di ulteriori 1.370 nuovi casi, concentrati per oltre la metà tra le province di Palermo (455 nuovi contagi) e Catania (374). Inoltre, sono ancora numerose le zone rosse dell’Isola. Oltre all’intera provincia palermitana, si calcola che oltre un terzo dei comuni siciliani siano in una situazione di semi-lockdown stabilita tramite ordinanza regionale.

In leggera diminuzione, infine, i casi registrati sul territorio nazionale. I contagi in Italia passano da 16.974 a 15.943. La diminuzione del numero di casi e la prosecuzione della campagna vaccinale spingono il premier Mario Draghi ad annunciare nuove aperture. Così, a partire da fine aprile dovrebbero riaprire cinema, bar e ristoranti, con possibilità di servizio ai tavoli solo se all’aperto.


Riapertura ristoranti, cinema e palestre: le linee guida delle Regioni

Rimani aggiornato