Attualità

Nuovo DPCM Draghi, limitazioni anche a Pasqua: quando entra in vigore

Nuovo Dpcm Draghi
ANSA/MASSIMO PERCOSSI
Adesso è ufficiale: è previsto un nuovo DPCM Draghi. Ecco quando subentreranno e per quanto tempo saranno valide le nuove misure.

Gli italiani non hanno detto addio ai provvedimenti con le dimissioni di Giuseppe Conte. In arrivo un nuovo DPCM Draghi: con il testo, verranno introdotte nuove misure utili a fronteggiare ancora la diffusione dei contagi da Coronavirus e varianti. In particolare, preoccuperebbe la velocità con cui la variante inglese sta dilagando, specie in alcune aree del Paese.

Di fatto, secondo quanto indicato dal ministro Speranza, quest’ultima “sarà presto prevalente e la sua maggiore diffusione renderà indispensabile alzare il livello di guardia fortunatamente non compromette efficacia dei vaccini”.

Nuovo DPCM Draghi: da quando e per quanto tempo?

Quando entrerà in vigore? Le nuove regole verranno introdotte il prossimo 6 marzo e dureranno fino al 6 aprile: è quanto annunciato nel corso delle scorse ore dal ministro Speranza, al Senato. Dunque, la Pasqua e la Pasquetta (che cadono rispettivamente il 4 ed il 5 aprile) degli italiani potrebbero essere simili per alcuni versi alle ultime festività natalizie: gli italiani potrebbero continuare a rispettare divieti e regole.

Restano, comunque, alcuni dubbi. Ci si chiede, per esempio se sarà possibile spostarsi da una regione all’altra dato che, al momento, lo stop agli spostamenti è valido fino al prossimo 27 marzo.

Non ci sono le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia – ha precisato Speranza –  siamo all’ultimo miglio e non possiamo abbassare la guardia”.

Nuovo DPCM Draghi: cosa aspettarsi?

In cosa consisterà il piano del Governo? Al momento, si escluderebbe l’ipotesi di un lockdown nazionale. Secondo quanto indicato da Speranza, la Penisola dovrebbe continuare ad essere divisa per zone.

Differenziare le misure sul piano regionale legando le scelte a parametri scientifici ci consente di agire in modo proporzionale, e ci ha permesso finora di non ricorrere ad altri lockdown generalizzati – ha precisato il ministro Speranza al Senato – a differenza di altri Paesi che ne hanno fatti due o addirittura tre”.


 Nuovo DPCM durerà fino a dopo Pasqua, Speranza: “Non abbassiamo le misure”

Rimani aggiornato