Università di Catania

Nuovo logo Unict: quanto è costato e possibili usi [FOTO]

L'Università di Catania lancia il nuovo logo. Ecco i costi e i possibili usi, ma non sono mancate le critiche da parte degli studenti dell'Ateneo.

L’Università di Catania ha presentato durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico il nuovo logo dell’ateneo, che verrà adottato formalmente a partire dal prossimo anno accademico. Il sigillo storico del 1934, come precisato dall’Ateneo, troverà convivenza con quello lanciato ieri e rimarrà immutato per tutte le comunicazioni interne, cerimoniali e come vessillo dell’Ateneo. Il vecchio sigillo e il nuovo logo, dunque, saranno compresenti come già avviene in diverse università nel mondo.  Del resto, già l’anno scorso il rettore Francesco Priolo aveva annunciato il suo progetto di voler rilanciare l’immagine dell’ateneo passando anche da un nuovo merchandising. Il progetto, dal costo complessivo di 8mila euro, punta a modernizzare l’immagine dell’Ateneo e ad amplificare gli usi del logo.

Il nuovo logo è composto da tre elementi principali: il pittogramma, rappresentante un Liotru stilizzato, l’anello, che riprende la dicitura “Siciliae Studium Generale” e l’anno di fondazione, 1434, e, infine, il logotipo che semplifica la dicitura “Università degli Studi di Catania” in “Università di Catania”. A questi si accompagnano il monogramma di Unict, utilizzato nei loghi dei dipartimenti e in tutte le applicazioni che, per mancanza di spazio, non consentono l’utilizzo del logo primario, e le tagline “Ovunque da qui“, già slogan dei testimonial catanesi per la cerimonia di inaugurazione.

 L’Università di Catania cambia logo: presentato nuovo simbolo Unict [FOTO]

Nuovo logo Unict: le applicazioni

Come verrà usato, quindi, il nuovo logo dell’Università di Catania? Sul sito dell’ateneo sono presenti diverse possibili applicazioni. Gli elementi di sistema figurano già a partire da possibili poster con il logo dell’ateneo, che presentano sia il logo che il pittogramma e il monogramma.

Capitolo a parte è riservato al merchandising. Sia il logo, che il pittogramma, che il sigillo, sono presenti in T-Shirt dell’Università di Catania, ma anche in spille e tote bags. Possibili applicazioni perfino con le calze dell’ateneo, dove il pittogramma dell’elefante viene colorato di rosso o blu su sfondo nero: tre dei quattro colori primari individuati dal progetto di rebranding dell’ateneo.

Il nuovo logo, infine, verrà usato sia per le bandiere dell’Università di Catania, sia per possibili campagne promozionali orientate agli studenti. Non sono mancate, tuttavia, severe critiche da parte degli studenti e del personale dell’Ateneo, che non hanno apprezzato la sostituzione del logo storico e la nuova realizzazione. In molti, infatti, si chiedono se per rilanciare l’immagine dell’Ateneo fosse necessario spendere soldi per la realizzazione di un nuovo logo e non ragionare a fondo su cosa non ha funzionato nel passato.

Edit.

Rimani aggiornato