Scuola

Riapertura scuole in Sicilia: chi e quando torna in classe in zona arancione

riapertura scuole
Riapertura scuole in Sicilia, ma con un calendario differenziato. Ecco come torneranno in classe gli studenti siciliani e quali sono i prossimi step previsti.

A partire da lunedì, con la Sicilia in zona arancione, arriva la tanto attesa riapertura scuole per gli studenti di seconda e terza media, mentre dovranno aspettare ancora un po’ gli alunni delle scuole superiori. Negli scorsi giorni numerosi studenti, anche a Catania, sono scesi in piazza per chiedere il ritorno in classe nel rispetto delle misure di contagio. Il calendario delle riaperture, tuttavia, sarà differenziato in base alla tipologia di istituti.

Riapertura scuole medie

La riapertura degli scuole superiori di I grado è avvenuta già a inizio gennaio, nonostante la zona rossa. Gli studenti di I media, infatti, assieme a quelli di scuole elementari e dell’infanzia, sono rientrati in classe sin dal primo giorno di apertura degli istituti scolastici.

A partire da lunedì, le scuole riapriranno le loro porte anche agli studenti di II e III media. Nei giorni scorsi la Regione Siciliana ha svolto una campagna di screening rivolta agli studenti già tornati in classe. Il monitoraggio nelle scuole dell’infanzia, elementari e nelle prime classi della media (dove le lezioni si svolgono in presenza), vede al 25 gennaio, secondo i dati forniti al ministero dall’Ufficio scolastico regionale, un’incidenza di alunni positivi, rispetto al totale, dello 0,27%.

L’analisi prende il considerazione il 95% degli istituti della Sicilia (557 scuole), 440.015 alunni e di questi 1.168 sono attualmente positivi. Un dato inferiore, rispetto al primo rilevamento di novembre, del 43%.

Riapertura scuole superiori

Dovranno attendere un’altra settimana, invece, gli studenti delle scuole superiori. La ripartenza, con una fase iniziale di didattica a distanza al 50%, è prevista per lunedì 8 febbraio. Una settimana in più per riorganizzare la ripartenza di migliaia di studenti, che non entrano in classe da fine ottobre.

Saranno i presidi dei singoli istituti a decidere come organizzare la ripartenza con la didattica al 50%. Ulteriori dettagli verranno rivelati nella giornata di oggi, tramite un’ordinanza della Regione Siciliana che integrerà quella firmata dal ministro Speranza nella serata di ieri.

Nel frattempo, la Regione Sicilia proseguirà per tutta la prossima settimana con la campagna di screening rivolta agli studenti delle superiori, così da preparare il rientro in classe nel modo più sicuro possibile.

 Catania, tamponi gratuiti per studenti e docenti: al via gli screening

Rimani aggiornato