News

Covid, Musumeci: “Lockdown in Sicilia? Solo per salvare vite umane” [VIDEO]

Coronavirus, Musumeci interviene sulle recenti dichiarazioni di un possibile lockdown in Sicilia come in primavera. Le dichiarazioni del governatore sulla pandemia nell'Isola.

“Abbiamo visto un leggero calo dell’Rt, ma ancora alto il numero dei decessi, perdiamo anche quaranta persone al giorno. Alto anche il numero di contagi quotidiani”. Con queste ragioni e con queste parole, il governatore Nello Musumeci, in un intervento di oggi a Rai News 24, spiega la possibilità di introdurre nuove restrizioni nel caso in cui i contagi da Coronavirus in Sicilia non calassero.

Per due giorni abbiamo superato la Lombardia, se si guarda ai mesi passati, alla prima fase o alla stagione autunnale, eravamo su posizioni assolutamente di metà classifica rispetto alle regioni italiane – continua -. Ho il diritto e il dovere di allarmarmi e con l’assessore alla Salute Razza abbiamo deciso che, se il numero dei contagi non dovesse attenuarsi, questa zona rossa che abbiamo richiesto al governo centrale, che è una zona rosso sbiadito, perché non è più quella dei mesi di aprile e marzo, saremo costretti ad adottare, se il calo non dovesse arrestarsi nella prossima settimana, arriveremo a misure ancora più restrittive”.

A quel punto, il Musumeci è intervenuto sul confronto tra la zona rossa “sbiadita” natalizia e il lockdown di marzo e aprile, quando non si conosceva ancora la pericolosità del contagio e il rischio.

L’ultima cosa che vorrei fare è chiedere un lockdown vero e proprio – prosegue il governatore -. Le conseguenze sarebbero pesantissime per il tessuto economico e sociale dell’Isola, molto fragile. Lo farei solo per salvare vite umane di fronte a una condotta irresponsabile di una parte dei siciliani. Ho sollecitato il governo nazionale assieme ad altri quattro-cinque presidenti di regione per chiedere ulteriori misure di sostegno alle imprese. Più tardi, inoltre, avremo una seduta di giunta per valutare la possibilità di altre misure, anche se la regione può mettere in campo solo briciole”.

Ma qual è il limite temporale del governatore Musumeci affinché arrivi la nuova ordinanza? “La politica arriva dopo – chiude il governatore -. Decideremo dopo aver visto i numeri del virus. Più calano e più cambia l’azione che dovremo mettere in campo”.

Rimani aggiornato