Scuola

Riapertura scuole Sicilia: le linee guida per il rientro

riapertura scuole
È ancora scontro sulla riapertura scuole: da una parte l'Azzolina favorevole al 7 gennaio, dall'altro le Regioni che chiedono tempo. La Sicilia, intanto, si prepara a ripartire.

Riapertura scuole: si tratta dell’argomento più dibattuto e controverso degli ultimi giorni. La questione della ripresa delle lezioni in presenza anche per gli studenti delle superiori vede due fronti contrapposti. Da una parte, infatti, la ministra Azzolina, sostenuta dal Premier Conte, ribadisce la ripresa delle lezioni già dal prossimo 7 gennaio, dall’altro molti presidenti di Regione chiedono di valutare solo in seguito al monitoraggio dei contagi, atteso per l’8 gennaio. E la Sicilia? La macchina dell’istruzione si è già messa in moto per il rientro, stabilendo criteri e modalità per la ripresa delle attività didattiche in presenza. 

Riapertura scuole: lo scontro Azzolina-Regioni

Sulla questione riapertura scuole la ministra Azzolina resta irremovibile. “Posso confermare la volontà del governo di riaprire. Avremmo voluto farlo a dicembre– ha confermato l’Azzolina in un’intervista a “Il Fatto Quotidiano”- ma abbiamo rimandato su richiesta delle Regioni. Poi avremmo voluto tornare al 75% e invece abbiamo accolto il suggerimento del 50%. Abbiamo collaborato: ora è arrivato il tempo di tornare in classe”.

Sul fronte opposto, però, i presidenti di Regione si mostrano preoccupati per la nuova crescita della curva dei contagi e vorrebbero attendere l’esito del monitoraggio relativo alle settimane scorse.

Riapertura scuole in Sicilia

In Sicilia, comunque, la macchina dell’istruzione si sarebbe già rimessa in moto, come si può leggere sul “Giornale di Sicilia”. Sull’Isola il primo giorno si scuola per gli studenti delle superiori, a esclusione di nuovi sviluppi, sarà l’8 gennaio, non il 7, quindi, come vorrebbe l’Azzolina. Inoltre, si tratterà di un giro di prova, riservato a pochi studenti, mentre le scuole superiori siciliane riapriranno a tutti gli effetti l’11 gennaio.

Nonostante i dubbi dell’assessore Razza, che avrebbe voluto posticipare di una settimana il rientro, l’assessorato all’Istruzione regionale ha già comunicato le linee guida, alle quale i presidi delle scuole isolane dovranno attenersi. Conferme al riguardo sarebbero arrivate dall’assessore Lagalla. La riapertura scuole in Sicilia avverrà il 7 o l’8 gennaio, con le scuole superiori al 50% fino al 18 gennaio. Dopodiché, curva dei contagi permettendo, la percentuale salirà al 75%. Perplessità al riguardo dai sindacati, che frenano sulle riaperture.

Linee guida in Sicilia

La riapertura scuole in Sicilia, quindi, dovrebbe inscriversi all’interno di un piano d’azione studiato e già comunicato. Si partirà dalle migliaia di tamponi ai quali gli studenti dovranno sottoporsi, ma non finisce qui.

La novità sostanziale riguarderà i turni d’ingresso e di uscita scaglionati, così da evitare l’assembramento degli alunni ai cancelli e permettere ai trasporti pubblici di spalmare meglio il flusso di passeggeri. Sono previsti due turni: uno andrà dalle 8.00 alle 13.00 e l’altro andrà dalle 9.00/9.30 alle 14.00/14.30. Spetterà ai dirigenti scolastici i compito di scegliere quali turni applicare. Contemporaneamente, all’assessorato ragionale ai Trasporti spetterà la responsabilità di incrementare il numero di corse degli autobus urbani ed extraurbani.

Da lunedì 18, inoltre, la classe potrà essere presente per il 75% , mentre la percentuale residua seguirà in Dad. Anche in questo caso si procederà a predisporre un sistema di turnazione, in maniera tale da permettere a tutti gli studenti lo stesso numero di lezioni i presenza e a distanza.

Rimani aggiornato