News

Concerti annullati, c’è l’ok per il rimborso: l’emendamento

biglietti concerti
Concerti annullati: addio ai voucher, benvenuto rimborso. La notizia che tutti aspettavano è arrivata: il mancato rimborso aveva scatenato diverse polemiche.

Concerti annullati: dopo settimane di polemiche, reclami ed emendamenti, finalmente sembra esserci una risposta definitiva. La commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento al dl Rilancio che prevede il rimborso cash dei concerti cancellati in via definitiva. Il rimborso partirà esclusivamente nel caso in cui l’evento non venga rinviato ad un’altra data compresa nella validità del voucher sostitutivo.

Sebbene infatti alcuni artisti torneranno a suonare dal vivo, già a partire da questa estate, sono moltissimi coloro i quali che hanno deciso di rimandare i tour al 2021. In attesa di un miglioramento della situazione sanitaria e di poter presentare ai fan uno concerto a tutti gli effetti e senza rischi per la sicurezza, i concerti annullati, e non solo rimandati, sono diversi. Tuttavia, non tutti coloro che hanno acquistato un biglietto vogliono il voucher, preferendo il rimborso del prezzo pagato nella prima fase di acquisto.

Il nuovo emendamento

Stando al nuovo emendamento del dl Rilancio: “L’organizzatore di concerti di musica leggera provvede, comunque, al rimborso con restituzione della somma versata ai soggetti acquirenti alla scadenza del periodo di validità del voucher quando la prestazione dell’artista originariamente programmata venga annullata, senza rinvio ad altra data compresa nel medesimo periodo di validità del voucher. In caso di cancellazione definitiva del concerto, l’organizzatore provvede immediatamente al rimborso con restituzione della somma versata”.

I precedenti emendamenti

Il rimborso cash dei concerti annullati è una novità assoluta. Precedentemente, la questioni rimborsi era regolata dal decreto legge rilancio n. 34 del 19 maggio 2020, che recitava: “per gli spettacoli oggetto di annullamento troverà applicazione l’emissione del voucher”. Il voucher aveva una validità 18 mesi.

Chi era in possesso del biglietto per un concerto che era stato annullato, quindi, non avrebbe ricevuto un rimborso in denaro, ma un buono spendibile per acquistare biglietti per altri concerti della stessa agenzia dello show cancellato.