Attualità

Coronavirus nel mondo: secondo focolaio in Cina, Trump: “Testare iniezioni di candeggina”

Coronavirus nel mondo: si registrano adesso 190.861 decessi a fronte di 2.709.408 casi mentre le persone guarite sono 738.490.

I morti provocati dal Coronavirus a livello mondiale hanno superato quota 190.000, mentre il numero complessivo dei casi ha passato la soglia dei 2,7 milioni: è quanto emerge dal conteggio aggiornato della Johns Hopkins University.

Stati Uniti

Gli Stati Uniti si avvicinano al primato dei 50.000 morti per coronavirus. I casi accertati sono 866.646 e i decessi 49.759. Intanto è polemica per la proposta choc di Trump: durante la conferenza stampa alla Casa Bianca ha invitato gli scienziati a testare l’uso di ultravioletti e di iniezioni di disinfettanti e candeggina per vedere se uccidono il Coronavirus. Una considerazione reputata fortemente rischiosa dalle autorità competenti; il suggerimento di Trump, infatti, potrebbe spingere qualcuno a provare a iniettarsi il disinfettante in casa per conto proprio per paura del virus, con effetti devastanti sull’organismo. Nel frattempo sono stati registrati più di 3 mila morti nelle ultime 24 ore.

Cina

In Cina 11 milioni di persone tornano in quarantena. Ad Harbin, capitale della provincia di Heilongjiang nella Cina nord-orientale, è scoppiato un secondo focolaio di Coronavirus dopo che una studentessa di 22 anni è tornata infetta, ma asintomatica, da New York, infettando circa 70 persone. Il governo ha imposto di nuovo il lockdown per scongiurare una seconda ondata di casi, vietando l’ingresso di stranieri e di veicoli immatricolati non localmente.

Spagna

Il numero dei morti per Coronavirus continua a crescere anche in Spagna dove sono stati superati i 22mila decessi. A riferirlo è il governo spagnolo, con il bilancio aggiornato alle cifre delle ultime 24 ore. Intanto ieri, 23 aprile, il Parlamento ha approvato la richiesta del governo per l’estensione del lockdown fino al 9 maggio.

Giappone

Altri 43 membri dell’equipaggio della nave di crociera italiana Costa Atlantica ormeggiata nel porto di Nagasaki in Giappone sono risultati positivi al test per il Coronavirus. Lo riferiscono le autorità giapponesi, portando così a 91 il totale delle persone contagiate dal Covid-19 a bordo dell’imbarcazione. Uno di loro risulta ricoverato nell’ospedale di Nagasaki in quanto si trova in gravi condizioni. Le autorità di Nagasaki hanno spiegato di aver condotto test su 335 persone presenti sulla nave, che in totale ospita 623 membri dell’equipaggio e nessun passeggero. Kyodo News spiega che verranno condotti test su tutte le persone presenti sulla Costa Atlantica, arrivata a Nagasaki a fine gennaio per lavori di manutenzione. La sua destinazione originale doveva essere la Cina, poi modificata a causa della diffusione del coronavirus nel Paese.

Francia

Le autorità sanitarie francesi hanno registrato nelle ultime 24 ore altri 516 decessi negli ospedali e nelle case di cura per anziani, portando il totale delle vittime da Coronavirus dall’inizio di marzo a 21.856. Secondo i dati della direzione generale della Sanità, continua il calo dei pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Danimarca

La Danimarca è il primo Paese europeo a riaprire parzialmente dopo un mese di lockdown. Nelle scuole i bambini dovranno rispettare le distanze e potranno stare solo in gruppi di sei per ogni classe.

 

Università di Catania