Lavoro, stage ed opportunità

Lavoro in Sicilia, arriva “Garanzia Giovani 2”: 200 milioni per tirocini e stage

garanzia giovani
Stanziati 200 milioni per risollevare la situazione siciliana dei Neet: opportunità lavorative e di formazione per giovani fino a 35 anni.

La Regione Sicilia stanzierà 200 milioni di euro per favorire l’occupazione dei giovani tramite il programma “Garanzia Giovani 2”. Questo è rivolto a coloro che non sono impegnati in alcuna attività lavorativa e desiderano avvicinarsi al mondo del lavoro grazie ai tirocini e agli stage messi a disposizione dal piano.

Tra le principali novità di quest’anno, l’aumento dell’età massima, dai precedenti 29 adesso fino a 35 anni. Si parte con un progetto di informazione con cui il giovane in cerca di lavoro possa essere accolto presso lo sportello del Centro per l’impiego dove gli verranno fornite informazioni sull’accesso, sui servizi e sulle misure disponibili delle politiche attive, sui percorsi formativi e professionali attivabili e dove verranno tracciate l’analisi dei bisogni e la definizione degli obiettivi da raggiungere, la ricostruzione della storia personale, formativa e lavorativa del giovane e la messa a punto di un progetto personalizzato.

Un’attenzione particolare alla formazione, alla quale sono stati destinati 22 milioni di euro, finalizzata all’inserimento lavorativo fornendo le conoscenze e le competenze attraverso percorsi formativi specialistici, per l’ottenimento di un attestato di certificazione linguistica (di livello non inferiore a B1) e informatica (riconosciuto anche all’estero). Altri 24 milioni saranno invece destinati ai ragazzi che hanno interrotto il proprio percorso formativo per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione e/o dell’obbligo in percorsi di istruzione e formazione professionale.

Molto attesi anche i tirocini extracurriculari (a cui sono stati destinati 58 milioni di euro) con cui verranno attivati percorsi che prevedono un periodo di formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro, per favorire l’inserimento/reinserimento nel mercato di giovani disoccupati e/o inoccupati dove verrà riconosciuta un’indennità mensile di 300 euro o di 500 euro nel caso di tirocini svolti da soggetti disabili e da persone svantaggiate.

Dieci milioni di euro sono stati stanziati invece per la misura cosiddetta “Assunzione e formazione“, non presente nel precedente programma, volta a sostenere e agevolare l’inserimento lavorativo dei giovani in possesso solo parziale delle competenze per lo svolgimento della mansione a supporto nel completamento del loro profilo professionale attraverso l’inserimento in percorsi formativi post assunzione.

Occorrerà registrarsi al Portale tramite il sito silavora.it e registrarsi a DIDOnline; dopo l’adesione, entro 60 giorni si verrà contattati dal Centro per l’Impiego scelto per concordare un percorso personalizzato e per stipulare con il CPI il Patto di Servizio. Entro 4 mesi dalla firma del Patto di Servizio, l’operatore del Centro per l’Impiego illustrerà i servizi offerti da soggetti pubblici o privati accreditati, utili a conseguire una qualifica o ottenere un’opportunità di lavoro in linea con il proprio profilo.