Speciale Sant'Agata

Oggi è il giorno della Candelora: la festa della Presentazione al Tempio di Gesù

La festa viene osservata anche dalla Chiesa ortodossa e da diverse chiese protestanti. In molte zone e in diverse confessioni è tradizione comune che i fedeli portino le proprie candele alla chiesa locale per la benedizione.

Candelora è il nome con cui è notala festa della Presentazione al Tempio di Gesù, celebrata dalla Chiesa cattolica il 2 febbraio. Nella celebrazione liturgica si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”, come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi.

Anticamente questa festa veniva celebrata il 14 febbraio (40 giorni dopo l’Epifania), e la prima testimonianza al riguardo ci è data da Egeria nella sua “Peregrinatio”. La denominazione di “Candelora”, data popolarmente alla festa, deriva dalla somiglianza del rito del lucernario, di cui parla Egeria, con le antiche fiaccolate rituali che già si facevano nei Lupercali, antichissima festività romana che si celebrava proprio a metà febbraio. La somiglianza tra questa festività pagana e quella cristiana non è solo nell’uso delle candele, ma soprattutto nell’idea della purificazione. Durante il suo episcopato, papa Gelasio I ottenne dal Senato l’abolizione dei pagani Lupercali, che furono sostituiti dalla festa cristiana della Candelora. Nel VI secolo la ricorrenza fu anticipata da Giustiniano al 2 febbraio, data in cui si festeggia ancora oggi.

Anche Catania celebrerà la Festa della Presentazione del Signore che assume anche il significato di Giornata mondiale degli Istituti di Vita Consacrata. Alle ore 08:00; 09:30; 11:00 si terranno le benedizioni delle candele e le Sante Messe.

Alle ore 17:30, all’ingresso della Basilica Cattedrale S. E. Mons. Arcivescovo presiederà il rito della benedizione delle candele. Seguirà la processione fino all’altare maggiore per la Santa Messa durante la quale i religiosi e le religiose, i consacrati e le consacrate secolari, rinnoveranno gli impegni di vita consacrata ed alcuni ricorderanno la ricorrenza giubilare.

Rimani aggiornato

Università di Catania