Film Telefilm Serie televisive

Netflix, in arrivo il catalogo dello Studio Ghibli: la lista completa

A partire da quest'anno Netflix rilascerà sulla sua piattaforma streaming un catalogo di ben 21 film dello Studio Ghibli. I film saranno distribuiti in tre blocchi, progressivamente aggiunti sulla piattaforma.

Dal primo febbraio 2020, Netflix rilascerà sulla sua piattaforma il catalogo di ben 21 film dello Studio Ghibli, quasi la totalità dei titoli da loro prodotti. Si tratta di un evento più unico che raro data la ritrosia dello studio d’animazione giapponese a cedere con facilità e per lungo tempo i propri diritti. I film saranno distribuiti in tre blocchi, progressivamente aggiunti sulla piattaforma.

Dal 1° febbraio saranno disponibili i titoli:

  • Il castello nel cielo;
  • Il mio vicino Totoro;
  • Kiki – Consegne a domicilio;
  • Pioggia di ricordi;
  • Porco Rosso;
  • Si sente il mare;
  • I racconti di Terramare.

 

A partire dal 1° marzo saranno distribuiti:

  • Nausicaa della Valle del vento;
  • Principessa Mononoke;
  • I miei vicini Yamada;
  • La città incantata;
  • La ricompensa del gatto;
  • Arrietty – il mondo segreto sotto il pavimento; 
  • La storia della Principessa Splendente.

 

Infine, dal 1° aprile sarà rilasciato l’ultimo blocco:

  • Pom Poko;
  • I sospiri del mio cuore;
  • Il castello errante di Howl;
  • Ponyo sulla scogliera;
  • La collina dei papaveri;
  • Si alza il vento;
  • Quando c’era Marnie.

Netflix permetterà quindi la fruizione di inestimabili opere, notizia accolta con gioia dagli estimatori. Tuttavia, non mancano neanche le polemiche, poiché film come La città incantataIl castello errante di Howl e Il mio vicino Totoro arriveranno nella versione italiana curata da Gualtiero Cannarsi, vittima di numerose critiche per aver reso i dialoghi di questi lungometraggi con un linguaggio desueto, ornato di perifrasi e orpelli sintattici che hanno reso il prodotto difficilmente fruibile ai più.

Il traduttore si è prontamente giustificato sostenendo di essersi mantenuto il più fedele possibile ai dialoghi originali, ma sono state anche sottolineate evidenti libertà interpretative che, a volte, hanno completamente sconvolto la versione di partenza.

Il catalogo, così nutrito, non sarà però disponibile sulle piattaforme streaming statunitensi, giapponesi e canadesi.

Università di Catania