Altro

Black Friday 2019, truffe in agguato: come riconoscerle

Black Friday 2019, truffe in agguato: tutti i consigli utili per riconoscere gli imbrogli online ma anche nei punti vendita. Sono moltissimi, infatti, che approfittano di giorni come questo per imbrogliare e truffare gli acquirenti: dai prezzi gonfiati alle tecniche di phishing, le modalità di truffa sono diverse e sarebbe meglio imparare a riconoscerle per non avere brutte sorprese.

Sconti e offerte in arrivo: dove acquistare

Il 29 novembre 2019 è ormai alle porte. Uno dei giorni più attesi dell’anno sta per arrivare: gli appassionati di shopping saranno felicissimi di approfittare di sconti e offerte sui prodotti più disparati. Moltissime offerte, tra l’altro, sono o stanno per iniziare: il Black Friday rientra in realtà in quella che ormai è diventata una vera e propria Black Week. Sconti fino al 70% saranno applicati sui portali di e-commerce ma anche nei punti vendita fisici. Tuttavia, bisogna stare attenti perché non è tutto oro quel che luccica.

Black Friday, truffe: come riconoscerle

La prima cosa che dovete fare per evitare di ritrovarvi in situazioni spiacevoli è sicuramente controllare l’affidabilità di siti e rivenditori. Vi consigliamo di acquistare soprattutto in siti di cui conoscete già la qualità e la serietà e di recarvi in negozi che seguono delle linee guida ben precise. La prima cosa a cui badare sono i prezzi gonfiati: lo sconto vi sembra esagerato? Se avete il sospetto che sia così, quasi certamente avete ragione. Una pratica molto comune è infatti quella di alzare il prezzo iniziale e poi applicare uno sconto più alto. Quello che vi consigliamo, perciò, è di controllare bene i prezzi iniziali e di sbirciare sotto il cartellino per essere sicuri che lo sconto sia effettivamente reale.

Black Friday 2019: truffe online

La maggior parte delle truffe si consumano online, dove naturalmente è più facile cadere in tranelli ben architettati. Quando vi registrate sui siti, occorre innanzitutto utilizzare delle password sicure e mai utilizzate in passato. In questo modo, eviterete che qualcuno possa rubare i vostri dati. Uno dei metodi più utilizzati per truffare online, inoltre, è il cosiddetto phishing: letteralmente significa “gettare l’amo” ed è una pratica che molti truffatori nascondono dietro banner pubblicitari o email invasive. State attenti perciò a cosa cliccate e a cosa vi iscrivete. Imparate a distinguere le offerte vere da quelle fake!

Università di Catania