Scuola

Concorso 2019, Bussetti: “Piano assunzioni che dia energia alla scuola pubblica”

Il piano di assunzioni a tempo indeterminato, previsto durante l’incontro tra Bussetti e i sindacati, permetterebbe agli aspiranti docenti di salire in cattedra e garantirebbe l’immissione in ruolo dei precari.

Durante l’incontro dell’8 aprile con i sindacati il ministro dell’Istruzione Bussetti è tornato a parlare della necessità di un piano di assunzioni a tempo indeterminato che avvantaggi quanti desiderano intraprendere la carriera di docente e che stabilizzi i precari una volta per tutte.

C’è la volontà di procedere con il nuovo contratto di comparto – ha dichiarato Bussetti – così come vogliamo aprire una nuova stagione concorsuale che possa portare energie nuove nella scuola italiana, con un piano pluriennale di assunzioni che consenta a chi vuole intraprendere la carriera di docente di andare in cattedra e ai precari di essere finalmente assunti“. Ma quali sono i requisiti richiesti?

CONCORSO PER SCUOLA PRIMARIA E INFANZIA

È tutto pronto, dopo la firma del ministro gli atti preparatori, e i posti a disposizione saranno 16.959, di cui una parte sarà riservata al sostegno. I requisiti per accedere al concorso sono:

  • diploma magistrale conseguito entro l’a.s.2001/02 oppure
  • laurea in Scienze della Formazione o analogo titolo estero equipollente.
  • Per i posti di insegnamento sul sostegno è richiesta la specializzazione.
  • Non è richiesto servizio di insegnamento per l’accesso.

CONCORSO PER SCUOLA SECONDARIO I E II GRADO

I posti saranno 48.536, di cui 8.491 per il sostegno (già chiesta l’autorizzazione del MEF, il bando arriverà in estate). I requisiti di accesso sono:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.
  •  abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente oppure
  • laurea più tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione. Tale requisito è previsto soltanto in prima applicazione; gli aspiranti che ne sono in possesso potranno partecipare al concorso per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio).

Per i posti di insegnante tecnico/pratico il requisito richiesto fino all’a.s. 2024/25 è il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore. Per i docenti di sostegno, infine, valgono i medesimi requisiti dei posti comuni.

Da TWITTER

#Catania, #Pogliese: "Multinazionale investirà in città, previste 350 #assunzioni" https://catania.liveuniversity.it/2020/01/22/catania-pogliese-multinazionale-assunzioni/

Laureata a #Catania nel 1926: la pergamena è un importante cimelio storico #foto https://catania.liveuniversity.it/2020/01/22/laurea-depoca-universita-catania-foto/

Seminario permanente di studi “Le migrazioni e la città: il sapere agito” @liveunict http://www.radioradicale.it/scheda/595736/seminario-permanente-di-studi-le-migrazioni-e-la-citta-il-sapere-agito

Load More...