Lavoro, stage ed opportunità

Intelligence italiana cerca nuove risorse: reclutamento non solo per cybersecurity

Sono molti i reparti che l’Intelligence italiana è intenzionata a potenziare e i profili ricercati variano da quello umanistico a quello giuridico fino anche a quello informatico.

Hai visto già tutti i film di spionaggio e James Bond è il tuo idolo indiscusso? Potrebbe essere la volta giusta per smettere di fantasticare e diventare sul serio uno 007 con l’unica missione d proteggere il proprio Paese. I servizi segreti italiani sono, infatti, alla ricerca di giovani altamente competenti da assumere in diversi settori, dal quello umanistico e giuridico a quello informatico.

Sono già partite le selezioni di risorse per il comparto intelligence che intendano offrire il proprio contributo alle missioni del Dis, dell’Aise e dell’Aisi per la difesa degli interessi nazionali in ambito politico, economico, militare, scientifico e industriale.

Le selezioni sono rivolte a tutti i giovani che possano vantare elevatissime competenze in discipline umanistiche, giuridiche, economiche, internazionali e, quindi, anche linguistiche, purché si abbiano capacità di analisi o esperienze maturate in organizzazioni e organismi esteri.

Particolare attenzione riceveranno i profili esperti in informatica e cibersecurity con speciali capacità di ricerca, monitoraggio, analisi e contrasto alle minacce informatiche. Infatti è sempre più pressante l’esigenza di garantire un’adeguata protezione cibernetica dei sistemi informativi nazionali.

I curricula ricevuti saranno opportunamente verificati, con una fase preliminare di screening delle candidature ricevute e una successiva durante la quale saranno controllati i profili secondo i criteri di professionalità, affidabilità e sicurezza. Per candidarsi domanda è possibile presentare domanda entro le ore 10.00 del 12 maggio 2019, registrandosi sul sito www.sicurezzanazionale.gov.it e seguendo le istruzioni.

Rimani aggiornato