Cronaca

Catania, violentano e filmano una ragazza: fermati tre giovani

Adescata in centro, e poi stuprata da tre giovani che hanno ripreso l'accaduto: succede a Catania.

I carabinieri hanno fermato tre ragazzi per violenza sessuale di gruppo ai danni di una giovane americana risalente allo scorso 15 marzo. Gli autori della violenza sono Roberto Mirabella, di 20 anni, Salvatore Castrogiovanni e Agatino Spampinato, entrambi di 19 anni.

La vittima lavora a Catania come ragazza alla pari presso una famiglia catanese. La sera della violenza aveva trascorso la serata nei pressi di via Teatro Massimo, luogo della movida catanese, e dove è stata avvicinata, dai suoi aggressori che dopo averla fatta bere l’hanno costretta a salire nella loro auto.

La ragazza, sentendosi minacciata, aveva tentato di nascosto di chiamare il 112, ma le è stato impedito dagli aggressori. La violenza si sarebbe consumata vicino piazza Europa, dove i tre giovani hanno fermato l’auto dopo averla costretta a salire. Lo stupro è stato ripreso con una fotocamera dei loro cellulari.

La ragazza avrebbe raccontato ai genitori lontani e poi alla famiglia ospitante l’accaduto, i quali l’hanno convinta a denunciare gli aggressori. Oltre ad aver abusato di lei, i tre ragazzi avrebbero invitato un video in uno dei profili social per invitarla a un nuovo incontro. Questo, insieme a degli audio registrati dalla ragazza durante la serata, avrebbero permesso ai carabinieri di ricostruire l’accaduto e di fornire prove schiaccianti contro i giovani aggressori.

I tre ragazzi sono stati fermati e condotti al carcere di piazza Lanza, dove sono stati interrogati. Il gip di Catania ha disposto nei confronti dei tre ragazzi l’applicazione della custodia cautelare in carcere.


Leggi anche: Ragazza violentata da gruppo, Pogliese: “Macchia la reputazione di Catania”

Leggi anche: “Ragazza stuprata a Catania, la follia dei tre giovani: “Lei ci stava, era tranquilla”