Università di Catania

UNICT – Al via laboratorio “Mafia e antimafia oggi” al Monastero dei Benedettini

La giornata inaugurale del laboratorio d'ateneo "Mafia e antimafia oggi" avrà come tema "L'infinita trattativa", ovvero i rapporti tra apparati dello Stato e Cosa Nostra.

Verrà inaugurato oggi, venerdì 1 marzo alle ore 16, nell’auditorium “Giancarlo De Carlo” del Monastero dei Benedettini, il laboratorio d’ateneo “Mafia e antimafia oggi”, organizzato nell’ambito della più ampia iniziativa intitolata alla memoria di Giambattista Scidà “Territorio, ambiente e mafie”.

La giornata inaugurale del ciclo dal titolo “L’infinita trattativa” affronterà le relazioni tra apparati dello Stato ed esponenti di Cosa Nostra (la cosiddetta trattativa Stato e Mafia). Sarà ospite Amedeo Bertone, magistrato catanese procuratore capo a Caltanissetta, impegnato in uno straordinario lavoro di disvelamento di alcuni dei misteri più inquietanti della storia italiana (dalla strage di Falcone a quello di Borsellino).

Il ciclo vuole rispondere all’esigenza di capire meglio, di tentare una lettura più attuale possibile di un fenomeno come quello mafioso che conserva una straordinaria capacità di adattarsi ai cambiamenti e di riprodursi, rimanendo allo stesso tempo se stesso.

L’iniziativa è coordinata dal Dipartimento di Scienze umanistiche (prof.ssa Simona Laudani) e organizzata in collaborazione con le associazioni Gapa, I siciliani giovani, Memoria e futuro, Fondazione Fava, Udi, Cgil e con il Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura.

Speciale Test Ammissione