Attualità

Cannabis terapeutica, l’appello del dott. Bertolotto alla ministra Grillo: “Aiutiamo questi pazienti” [VIDEO]

Si torna a parlare dell'uso terapeutico della Cannabis: il dott. Bertolotto ha realizzato un video in cui si rivolge al ministro Giulia Grillo per il caso di una ragazzina affetta da epilessia. Denuncia l'alto costo dei prodotti, spesso a carico delle famiglie e la difficoltà nel reperire grandi quantità di questi prodotti.

L’uso della Cannabis a scopi terapeutici è un tema che ha sempre suscitato grande interesse. Il dott. Marco Bertolotto, Direttore SC Terapia del Dolore e Cure Palliative dell’Ospedale “Santa Corona” di Pietra Ligure ed esperto in Cannabis Terapeutica, ha portato alla luce il caso di una ragazzina affetta da epilessia in un video, pubblicato sulla sua pagina Facebook, rivolgendosi al ministro Giulia Grillo per i problemi di costi e quantità delle terapie con Cannabis.

Nel video il dottore mostra gli encefalogrammi della ragazzina, prima e ad un anno dall’inizio della cura con cannabis, evidenziando il netto miglioramento. La bimba, infatti, ha iniziato a soffrire di crisi epilettiche da pochi mesi dopo la nascita e la famiglia ha sempre cercato di trovare una soluzione girando per i centri specializzati del nord Italia. Tuttavia, come spiega il dottore, la ragazzina soffre di una forma di epilessia farmaco resistente, quindi le cure tradizionali non hanno effetto su di lei.

Da quel momento, i genitori della bimba decidono di rivolgersi al dott. Bertolotto, il quale ha iniziato a prescrivere una cura a base di Cannabis ad alto contenuto di CBD. “La bambina da subito sta meglio” dichiara il dottore, con l’encefalogramma post-cura tra le mani. Da qui parte l’appello di Bertolotto al ministro della Salute Giulia Grillo, per dare voce ai problemi di quanti necessitano di cannabis per uso terapeutico riguardo ai costi e alle quantità.

Si tratta di un vero “dramma” per i genitori della bambina, secondo il dottore: “Hanno la bambina malata, quindi la vedono stare meglio e ne sono felici però hanno il problema che cannabis manca“. I genitori girano per le farmacie cercando di “avere un minimo di scorta in casa per evitare di ripiombare nell’incubo delle crisi epilettiche della bambina“. Le notizie sulla maggiore importazione e produzione di cannabis in Italia, che avrebbero risolto il problema dell’assenza, sono false secondo il dottore, che chiede l’intervento del ministro in merito.

L’altro dramma è quello dei costi“, dichiara il dottore. Nonostante ci sia una norma che dica che la cannabis deve essere data gratuitamente per uso terapeutico in tutto il territorio nazionale a carico del Sistema Sanitario Nazionale, abbiamo macchie di leopardo continua Bertolotto, affermando che solo in poche regioni la cannabis viene data, mentre in altre il paziente deve pagare o accontentarsi di altro, non utile alla terapia.

È una situazione che va messa sotto controllo“, dice il dott. Bertolotto in un appello conclusivo al ministro: “C’è bisogno assolutamente di aiutare questi pazienti“.

 

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.