Catania

Allarme morbillo, corsa alle vaccinazioni a Catania e provincia

La paura di contrarre il morbillo mette in allerta la provincia di Catania, dove i centri per la vaccinazione sono stati presi d'assalto.

Dopo la morte di quattro persone a causa della diffusione del morbillo, nella provincia di Catania si è generato l’allarme: da diversi giorni nove centri di vaccinazione sono stati presi d’assalto da un grandissimo numero di pazienti in cerca di informazioni e determinati a sottoporsi alla copertura vaccinale. Lunghissime le code formate dalle persone che fanno ressa in questi centri, talmente lunghe da sciogliersi con l’esaurimento delle scorte di siero da potere inoculare.

Bisogna essere prudenti e tempestivi sì, ma bisogna tenere presente anche il fatto che “dopo i 50 anni vaccinarsi non è più necessario” ha dichiarato su La Repubblica Mario Morello, responsabile per le vaccinazioni dell’ospedale San Luigi. Ad allarmarsi in modo particolare sono le madri con figli molto piccoli ma anche i giovani, soprattutto coloro che operano, per motivi di studio o di lavoro, in ambito sanitario, sentendosi più esposti al rischio di contagio. Oltre che nei nove centri presenti all’interno della città di Catania, c’è calca in tutti i sessantadue centri per la vaccinazione distribuiti per tutta la provincia etnea.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.