Università di Catania

UNICT – FameLab Italia: torna “talent” per aspiranti divulgatori scientifici

Torna FameLab a Catania, il "talent" dedicato ad aspiranti divulgatori. La prossima settimana due appuntamenti alla Cittadella universitaria.

Disco verde per la nuova edizione di FameLab Italia, la selezione locale della competizione internazionale tra giovani scienziati, ricercatori e studenti universitari con il talento della comunicazione, che anche quest’anno coinvolgerà la città di Catania e il suo Ateneo.

Dopo il successo dello scorso anno – che ha portato alla finale nazionale due scienziati etnei, Riccardo Giovanni Urso e Luca Vanella – l’Università di Catania è stata infatti confermata anche per il 2018 tra le nove sedi italiane delle selezioni locali in cui giovani ricercatori si sfidano per comunicare al pubblico, in tre minuti, un argomento scientifico che li appassiona. Le selezioni FameLab di Catania – che prevedono due semifinali e una finale con 8 concorrenti – sono organizzate dall’Ateneo in collaborazione con otto enti e associazioni locali: Inaf – Osservatorio Astrofisico, Infn – Sezione di Catania, Infn – Laboratori Nazionali del Sud, Cnr-Imm, Piano Lauree Scientifiche (Catania), Centro Csfnsm, Scuola Superiore di Catania e Eps – Young Minds Catania.

Si comincia lunedì 19 febbraio alle 9, nell’aula magna dell’Edificio 14 della Cittadella Universitaria (Edificio per la didattica, Dieei), con la prima semifinale, che sarà aperta dagli indirizzi di saluto del direttore generale dell’Università di Catania Rino Bellantoni e del direttore del Dieei Vincenzo Catania, e condotta da Simona Boninelli (CNR-IMM).

Durante le selezioni, i candidati avranno a disposizione tre minuti per guadagnarsi il favore della giuria incaricata di selezionare i concorrenti che accederanno alla finale. Anche il pubblico potrà esprimersi e votare il proprio preferito, consentendo così il ripescaggio di due concorrenti.

Ospite d’onore della prima semifinale sarà Barbara Mazzolai, direttrice del Centro di Micro-BioRobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, che terrà un seminario divulgativo intitolato “La Robotica bioispirata: dalla Natura per la Natura”, introdotto dal prof. Salvo Mirabella, coordinatore della selezione di FameLab Catania e docente del dipartimento di Fisica e Astronomia. Gli altri membri della giuria, composta da esperti in scienze di base, scienze applicate e comunicazione, saranno (oltre a Barbara Mazzolai), Grazia Umana (INAF OACT), Alessia Tricomi (CSFNSM) e Gianluca Reale (giornalista, La Sicilia).

La seconda semifinale, con le stesse modalità, è in programma martedì 20 febbraio alle 9 nell’aula magna del dipartimento di Scienze chimiche.  Ospite e presidente di giuria sarà Luigi Cattivelli, direttore del Centro di Ricerca Genomica e Bioinformatica del CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e analisi dell’economia agraria), che terrà il seminario dal titolo “Falso come il pane: falsi miti e vere bufale su frumento e dintorni”.

Dopo l’indirizzo di saluto del direttore del dipartimento di Scienze chimiche Roberto Purrello, la giornata sarà condotta da uno speaker speciale: Luca Vanella, docente di Biochimica e 2° classificato a Famelab Catania 2017. Il seminario di Cattivelli sarà introdotto da Alessandra Gentile, delegata del rettore dell’Università di Catania alla Ricerca e docente del dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3a). Gli altri membri della giuria presieduta da Cattivelli saranno Giacomo Cuttone (INFN LNS), Alessandra Gentile (Arboricoltura generale e coltivazioni arboree, Unict) e Irene Alì (Ufficio comunicazione e stampa, Unict).

L’evento – ideato da Cheltenham Festivals e promosso a livello mondiale dal British Council in 28 differenti Paesi – è organizzato in Italia da Psiquadro in collaborazione con il British Council Italia. La competizione FameLab Italia prevede lo svolgimento di selezioni in 10 città dalle quali verranno selezionati i finalisti che parteciperanno alla FameLab Masterclass (Perugia, marzo 2018), un workshop di formazione in comunicazione della scienza. I vincitori locali si affronteranno nella finale nazionale del concorso in programma a Roma, mentre la finale internazionale di FameLab International, nella quale l’unico vincitore italiano si confronterà con 28 concorrenti di altrettanti Paesi del mondo, si svolgerà a Cheltenham in Gran Bretagna, durante il Cheltenham Science Festival.

Rimani aggiornato