Lavoro, stage ed opportunità

Lavoro, Starbucks: 150 posizioni aperte per il primo cafè in Italia

La multinazionale Starbucks aprirà presto anche in Italia ed è alla ricerca di baristi e bartender per la torrefazione che aprirà a Milano il prossimo autunno e per le successive aperture di punti vendita previste nel territorio italiano.

Starbucks da il via alle assunzioni del suo primo café in Italia. La multinazionale del Frappuccino aprirà la sua prima insegna a Milano il prossimo ottobre e ha per tale ragione iniziato il reclutamento dello staff. L’azienda è alla ricerca di 150 persone, che potranno raddoppiare nel giro di pochi mesi: baristi, bartender e direttori del futuro Starbucks Reserve Roastery. A Milano nell’ex palazzo delle Poste di piazza Cordusio, a poche centinaia di metri da piazza Duomo, il gruppo aprirà una torrefazione di oltre 2.400 metri quadri.

I 150 lavoratori della Roastery di Milano sono la prima tranche di un processo di assunzione che raddoppierà i numeri nei prossimi mesi. Entro breve serviranno 300 persone. La multinazionale in realtà avrebbe in mente un piano di aperture in Italia di 200-300 negozi entro 5-6 anni dalla prima inaugurazione.

La maggior parte delle assunzioni sarà a tempo indeterminato. Starbucks cerca baristi, sia full time sia part time, che dovranno orientarsi nei cento prodotti a listino. Dietro il banco ci saranno anche bartender, esperti di vino, birra e cocktail. Inoltre il gruppo sta reclutando i direttori della caffetteria. Per candidarsi alle posizioni di barista e bartender c’è tempo fino al 28 febbraio, mentre la ricerca dei direttori si concluderà il 13 febbraio.

Per candidarsi, occorre accedere al sito dedicato: www.starbucksreservecareers.it

Leggi anche: Apertura Starbucks a Milano: nuovi progetti e assunzioni

Università di Catania