Attualità

TAORMINA – Scelta per il G7, la città verrà blindata

La Questura stabilisce le misure di sorveglianza per garantire la massima sicurezza nella città di Taormina, sede del 43° vertice del G7. La Zona di Massima Sicurezza sarà attiva per ben 6 giorni. Date, provvedimenti ed aree interessate dell’incontro tra i Grandi del mondo.

Il 26 ed il 27 maggio 2017 si terrà a Taormina, presso il Palacongressi, il 43° vertice del G7. La riunione sarà guidata dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e sarà il G7 a cui prenderanno parte per la prima volta ben quattro nuovi leader, dei sette che fanno parte del vertice, tra questi Gentiloni, May, Trump ed il nuovo Presidente francese.

La Questura di Messina ha stabilito che Taormina rimarrà blindata dal 22 al 27 maggio. L’ingresso al centro storico sarà limitato ai possessori di un particolare badge, l’accesso sarà vietato sia ai pedoni che ai veicoli che non potranno esporre l’autorizzazione rilasciata appositamente dall’Autorità di pubblica sicurezza. Nel dettaglio, la sosta dei veicoli sarà vietata dal 22 al 27 maggio nelle vie Guglielmo Marconi, Luigi Bongiovanni, Porta Pasquale dall’intersezione con via San Pancrazio e Piano Porto. Nelle stesse vie , dal 25 fino alla mezzanotte del 27 maggio sarà vietato il transito ai veicoli e ai pedoni non autorizzati. Il sindaco è stato invitato ad indicare delle aree di parcheggio ad uso dei residenti.

La balneazione e l’accesso al mare saranno vincolati a  diversi gradi di sorveglianza, a seconda della zona interessata. Quindi dal 22 al 27 maggio bagnanti ammessi solo entro i 50 metri della costa, ma l’area area compresa tra l’Hotel San Pietro di Letojanni a nord e lo stabilimento balneare Lido Recanati Beach a Giardini Naxos a sud sarà soggetta ad divieto d’accesso e balneazione in toto. Accesso controllato, ma possibile per 10 miglia nautiche nella zona  tra l’Elihotel di Sant’Alessio Siculo a nord e il Lido del Sole lungo mare Cottone di Fiumefreddo a sud. Mentre, verrà considerata area di sorveglianza e allarme, l’area compresa tra il Main Palace Hotel di Roccalumera a nord e il Porto di Pozzillo di Acireale a sud, a 23 miglia dalla costa. Diverse le disposizioni per le altre attività marittime, tra cui la pesca e la navigazione. È previsto lo stop per i pescatori e per le navi da crociera da Roccalumera ad Acireale, così dal 22 maggio e fino alla mezzanotte del 27 maggio sarà permessa esclusivamente la navigazione in transito. Non saranno consentite né la sosta all’interno dell’area né le altre attività marittime quali pesca ed immersioni.

La scelta di Taormina come sede per il G7 del 2017  non era nei piani originari dell’organizzazione del vertice. La città ospitante doveva essere Firenze, ma il 4 luglio 2016, l’allora Primo Ministro del Consiglio  Matteo Renzi rese noto che la sede sarebbe stata Taormina. La motivazione particolare di tale cambio di rotta verso la Sicilia, troverebbe spiegazione nella volontà di Renzi di dare un segnale alla dichiarazione rilasciata da un leader internazionale che, attraverso una battuta,  aveva espresso i suoi pregiudizi nei confronti della Sicilia,vincolandola allo stereotipo “terra di mafia”. Altra ragione sarebbe da individuare nella necessità di destare i leader e l’opinione pubblica internazionale sulla migrazione e sui profughi.

Leggi anche: TAORMINA – Leonardo, Caravaggio e i Futuristi: i capolavori italiani in mostra al G7

Speciale Test Ammissione