Altro Attualità Cronaca News Società

Incidente al Mama Sea, la smentita del locale sui fatti della scorsa notte

La notte del 7 luglio il locale Mama Sea di Aci Castello è stato coinvolto da una rissa finita in sangue fuori dal locale. Secondo i testimoni, infatti, è scoppiata una lite che in un secondo momento, intorno alle 2.30, è degenerata con l’investimento da parte di una macchina di due giovani.

La Questura che sta indagando su come sono andati i fatti ha predisposto la chiusura per 15 giorni del locale, ma nel frattempo il Mama Sea ha comunicato la smentita dei fatti dichiarando che quella notte nessuna rissa è avvenuta nel locale e che, dunque, quanto avvenuto fuori non è collegabile in nessun modo con i clienti che avevano trascorso la serata nel noto locale di Aci Castello.

“Riguardo ai fatti di cronaca verificatisi alle ore 02,40 nella notte del 7 Luglio, narrati in diversi articoli pubblicati da vari organi di stampa online, la direzione del locale Mama Sea esprime un addolorato rammarico per quanto accaduto ai due giovani pedoni, e coglie l’occasione per evidenziare ciò che nessuno ha realmente detto. Purtroppo, Via Antonello da Messina di Aci Castello, via in cui si trovano diverse attività diurne e serali, compresa la nostra, è ben nota a tutti come una strada molto pericolosa, più volte triste scenario di gravi incidenti stradali. Ciò a causa della scarsa illuminazione e delle altissime velocità con cui viene percorsa a tutte le ore, soprattutto nelle ore notturne da scellerati automobilisti. Non è la prima volta che Noi “gestori” di attività del luogo, prestiamo soccorso e assistiamo a scene raccapriccianti a causa di folli ‘pirati’ della strada. Detto ciò, dispiace molto leggere che tale incidente stradale sia stato forzatamente collegato a fatti narrati da alcuni ragazzi, ma privi di un reale riscontro. L’unica vera connessione che si può evincere dal triste episodio è il luogo dell’incidente, accaduto sotto gli occhi increduli dei clienti che stavano uscendo dal locale. Infatti, non vi è alcun nesso tra l’incidente stradale accaduto in via Antonello da Messina e l’attività svolta all’interno del locale, peraltro già in chiusura. Qualcuno azzarda ipotesi di ‘risse’ accadute all’interno del locale, che, a dire di qualcuno, siano proseguite fuori, ma al riguardo ci teniamo a precisare che all’interno del nostro locale non vi è stata alcuna rissa! Dispiace apprendere dai giornali che la prima cosa a cui si pensa, è fare notizia, magari coinvolgendo qualche nome di locali della movida catanese, senza tuttavia pensare al dolore di chi era presente e l’unica cosa che ha potuto fare è stata prestare i soccorsi immediati. Noi gestori, ci dissociamo fermamente da qualsiasi forma di violenza, uso di droghe, alcolismo e qualsiasi altro tipo di comportamento irrispettoso della Vita e del prossimo. Ci stringiamo attorno ai familiari dei due ragazzi, augurando loro una pronta ripresa da questo brutto incidente stradale. Restiamo a disposizione delle forze dell’ordine per fare chiarezza sull’accaduto ed identificare il responsabile di tale incidente, cosi come abbiamo già fatto mettendo a disposizione le registrazione delle nostre telecamere di sorveglianza poste davanti alla nostra attività. E, se ci è concesso dire la nostra, forse sarebbe il caso che anche ad Aci Castello, si mettessero i dossi pedonali in via Antonello da Messina, così come già fatto a Catania, per evitare che si raggiungano alte velocità, ma soprattutto per evitare che fatti simili si possano ripetere in futuro”.

Da TWITTER

Seminario permanente di studi “Le migrazioni e la città: il sapere agito” @liveunict http://www.radioradicale.it/scheda/595736/seminario-permanente-di-studi-le-migrazioni-e-la-citta-il-sapere-agito

Potremmo definire le Biblioteche riunite “la Cappella Sistina del sapere”.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Al centro del Chiostro di Levante è incastonato uno spettacolare “Caffeaos”, cioè “CoffeeHouse”, dove i monaci prendevano il caffè.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Load More...