Attualità Università

Università in Inghilterra? Ecco cosa fare per accedere

università

C’è chi sceglie il trasferimento all’estero dopo la laurea e chi invece vorrebbe “fare il grande salto” subito dopo il diploma e iscriversi presso una Università estera.

L’Inghilterra è sicuramente una delle mete preferite per qualsiasi tipo di trasferimento. La lingua, sicuramente, facilita l’approccio con la terra straniera: l’inglese risulta essere una delle lingue più parlate e il suo studio all’interno dei vari gradi scolastici la rende un po’ più vicina a noi italiani.

Contrariamente a ciò che si possa pensare trasferirsi, dopo il diploma, presso una delle Università del mondo anglosassone, non è poi così complesso.

Per ciò che riguarda i requisiti per l’accesso, e in particolare il voto del diploma, generalmente vengono preferiti i voti dal 70 in su, ma ciò non esclude che i voti inferiori al settanta non possano accedere. Certamente questi ultimi non potranno aspirare a Università prestigiose, come la Oxford University, ma altri corsi saranno sicuramente accessibili.

La domanda presso le Università del Regno Unito, è comunque possibile presentarla anche prima del conseguimento del diploma. In questo caso, però, potrebbe essere accettata in due modi: conditional o unconditional, rispettivamente a seconda che si sia stati accettati ma si potrebbe essere dentro solo qualora vi sia stato un certo voto di maturità oppure si sia stati accettati senza riserva alcuna.

E’ chiaro che la conoscenza della lingua inglese sta alla base dei criteri di scelta e in particolare è richiesto un buon livello di inglese: il certificato inglese IELTS servirà per dimostrare di possederlo. Questi, sostanzialmente, i criteri maggiormente più richiesti.

Successivamente bisognerà compilare un Personal Statement, una sorta di lettera in cui si spiegano le motivazioni che hanno spinto a scegliere una Università inglese, quali gli obiettivi universitari e in campo lavorativo. A questo documento bisognerà aggiungere una lettera di referenza da far compilare a un docente che potrà, così, elencare i risultati accademici e infine la pagella dell’ultimo anno di liceo insieme a un curriculum che, però, risulta essere facoltativo.

Le scadenze entro cui presentare la domanda sono tassative: entro Gennaio, e alcune Università anticipano addirittura la scadenza al mese di Ottobre.

La nota dolente riguarda soprattutto la parte finanziaria, le tasse: si sa, l’Inghilterra è uno dei Paesi più costosi, si pensi che mediamente le tasse aggirano attorno ai 9000£ l’anno.

L’Inghilterra però offre anche un sistema di finanziamento che permette di facilitare, dal punto divista economico, il percorso di studi: attraverso lo “Student finance“. Scaricando e compilando alcuni moduli e allegando un proprio documento d’identità solitamente il finanziamento è accettato. Completando il percorso di studi e appena trovato lavoro sarà possibile restituire il denaro ricevuto a titolo di prestito.

Per la scelta della Università, potrà essere d’aiuto, il sito Ucas, all’interno del quale sarà possibile visitare tutte le Università in base alla propria preferenza di corso, della regione e altro. E’ importante sapere che in Inghilterra, a differenza di ciò che accada in Italia, è possibile scegliere nella stessa laurea fino a tre corsi diversi tra loro. La domanda di ammissione verrà effettuata sempre tramite il sito Ucas.

Dunque, se l’Inghilterra vorrete conquistare, non ci resta che augurarvi “Good luck”.

LEGGI ANCHE: Certificazioni in lingua inglese: ecco quale scegliere

 

 

 

Rita Vivera

Rita Vivera nata a Comiso (RG) il 17/06/1990, attualmente studia Giurisprudenza presso l'Ateneo di Catania. Determinata a perseguire i suoi obiettivi, tra lo studio di un diritto e un altro, ama scrivere in particolare di attualità, di politica e di musica.