Attualità Università in pillole

Tutti i trucchi per combattere il carovita universitario

RisparmiareStudente fuori sede? I soldi sembrano non bastare mai! Mezzi di trasporto, spesa, affitto, bollette! Insomma, bisogna proprio sapersi muovere! Ecco, allora, qualche consiglio per sopravvivere al carovita universitario:

MEZZI DI TRASPORTO A BASSO COSTO

Macchina o motorino, per quanto utili ad uno studente universitario, risultano essere spesso troppo costosi. Il consiglio, dunque, è quello di utilizzare mezzi eco come la bicicletta che, oltre ad essere economica e a inquinamento zero, è anche un ottimo modo per tenersi in forma e in movimento!

Se non siete amanti delle due ruote a pedali o, semplicemente, il meteo non ne permette l’utilizzo, basta avere a portata di mano uno smartphone e collegarsi a una delle piattaforme web per il Car-pooling. È uno degli interventi messi in atto a favore della mobilità sostenibile e consiste in uno o più soggetti che, mettendo a disposizione il mezzo di trasporto, si impegnano nel portare a destinazione tutti i passeggeri che contribuiscono al viaggio con un adeguato costo. Questo, diviso tra i passeggeri, sarà sicuramente molto più economico (e piacevole) che viaggiare da soli. Per saperne di più leggi Car Pooling, il modo economico per spostarsi

CIBO IN CASA, DA ASPORTO O MENSA UNIVERSITARIA?

Mettersi in cucina a preparare piatti più o meno elaborati è già un problema per uno studente fuori sede, ancor peggio fare la spesa! Sembrerebbe cosa da poco ma, in realtà, serve creare stratagemmi ben precisi per mangiare bene e con gusto senza spendere tutti i risparmi. Allora, come prima soluzione, si potrebbe fare affidamento alla mensa universitaria che garantisce pasti completi a basso costo. Spesso, tuttavia, non è possibile raggiungere la mensa o godere dei loro pasti per molteplici motivi. Dunque occorre munirsi di buste di carta o di stoffa (per risparmiare sulle buste eco a pagamento) e comprare:

  • frutta e verdura da fruttivendoli ambulanti, sempre meno cari rispetto ai negozi;
  • pasta, condimenti e detergenti in supermercati (sono da evitare le mini botteghe), oppure, trattandosi di prodotti a lunga conservazione, portarlo da casa mettendolo in valigia;
  • carne e pesce, ovviamente, sarebbero da preferirsi freschi ma, sempre meno cari sono i prodotti congelati che conditi nel modo giusto non sono niente male.

Per qualche nuova idea, potrete consultare le gustose ricette di Studenti&Fornelli.

SOFA SHARING

Il Movimento Studentesco Catanese si è organizzato per mettere in connessione tra loro gli studenti universitari e combattere il caro-affitti dando via, così, al Sofa sharing! L’idea è molto semplice ma altrettanto innovativa: si tratta di una rete gratuita di studenti che mette a disposizione il proprio divano (o posto letto) per una o due notti risolvendo così il problema di trovare posti letto a basso costo e per pochi giorni, come accade, per esempio, nei giorni in cui sono previsti esami.

AGEVOLAZIONI

Ultimo ma importantissimo accorgimento è quello di tenersi sempre bene informati sulle agevolazioni messe a disposizione dall’università e dall’ERSU, facendo abbassare così i costi generali su tasse, libri e affitto!

Per conoscere altri trucchi per risparmiare leggi anche il Manuale di sopravvivenza per fuori sede.

Da TWITTER

Caro voli in Sicilia, Ars approva legge sull'insularità per tutelare i siciliani https://catania.liveuniversity.it/2020/02/20/caro-voli-sicilia-legge-insularita/ di @liveunict

Liliana Segre, un dottorato honoris causa per "la sua lucida testimonianza" https://www.liveuniversity.it/2020/02/19/liliana-segre-dottorato-honoris-causa/

Load More...