Altro Moda

La moda ai tempi di Sanremo: ridateci le vallette!

vallette-sanremo-645

Gli schemi non ci piacciono, se tutti dicono A noi dobbiamo per forza fare B, rivoluzioniamo le comuni idee e così ci ritroviamo a Febbraio con Emma Marrone ed Arisa come vallette di Sanremo.

Bravissime cantanti, qui non si discute, o comunque io non voglio discutere di questo ma, obiettivamente, finché ci sarà gente che come me, da sempre, aspetta Sanremo per poter godere del momento in cui da quelle scale si susseguono pezzi di collezioni di haute couture indossati da corpi perfetti, perché procurarci una sincope proponendo proprio i due personaggi del panorama musicale italiano che sono il più lontano possibile dalla definizione di femminilità?

Un grido alla rivoluzione o semplicemente ad un ritorno alle origini: vogliamo le vallette!

Come si fa a dimenticare la bellezza e l’eleganza di Claudia Koll o Gerini, Eva Herzigova o Michelle Hunziker?

Ho sopportato in silenzio la presenza di Luciana Littizzetto e i suoi abiti a sacchetto, ma senza più glamour, senza più spettacolo, senza più Pippo Baudo, che festival sarà? Mi viene quasi di rimpiangere la Canalis e le sue interviste in inglese. Non basteranno abiti di Prada o Saint Laurent a farmi cambiare idea, stavolta.

Caro Carlo Conti, per farti perdonare della tristissima decisione presa riguardo il tuo cast, potresti far tornare i Backstreet Boys e far rivivere a tutte le quasi trentenni come me momenti magici di quel 1998 in cui mi strappai i capelli proprio come Vianello!

 

 

Rimani aggiornato