Attualità Cinema e Teatro Film Telefilm Serie televisive

Italo, al cinema la straordinaria storia del cane mascotte di Scicli

italo-il-film-2Italo è un grosso cane meticcio, di tipo labrador; vaga per le strade, non ha un padrone, è sporco e non mangia da un po’. L’anno è il 2006, e ci troviamo a Scicli, comune in provincia di Ragusa. Nessuno sa da dove arrivi Italo, tutti sanno soltanto che prima non c’era, perché in poco tempo diventerà una vera e propria celebrità, mascotte della piccola cittadina.

Italo è anche un film che uscirà nelle sale venerdì 15 gennaio 2015, primo lungometraggio diretto dalla regista modicana Alessia Scarso, classe 1979, laureata al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Il film, che ha debuttato in Italia all’ultimo Taormina Film Festival, dopo la presentazione internazionale al Film Festival for Youth di Vancouver, è distribuito da Notorius Pictures, casa di produzione indipendente tutta italiana, ed ha per protagonista il cane Tomak, altro meticcio che impersonerà Italo, scomparso nel 2011 in seguito ad una insufficienza renale e seppellito nella Villa Comunale di Scicli.

La storia, liberamente ispirata ai fatti reali, e narrata dalla voce di Leo Gullotta, prende spunto dai racconti dei cittadini di Scicli, ed è una testimonianza dell’anomala sensibilità ed umanità dimostrate da questo cane particolare, noto per essere appassionato delle funzioni religiose, delle feste di paese e di tutti i momenti di aggregazione sociale del paese. Italo era solito, inoltre, accompagnare i turisti in visita, comportandosi da vero e proprio Cicerone e facendogli da guida verso le chiese e i palazzi più famosi del paese. A questi aneddoti incredibili, si aggiunge poi la partecipazione attiva di Italo al funerale di un ragazzo ed il salvataggio, una notte, di una cameriera aggredita da un uomo ubriaco; in seguito a questo evento, la donna, verrà ogni notte “scortata” dall’animale fino a casa.

Fanno da sfondo alla storia di Italo le storie di tanti altri pittoreschi personaggi che abitano il paese, interpretati tra gli altri dall’attrice Elena Radonicich e dall’ormai celebre Marco Bocci, consacrato al pubblico italiano in particolare per due ruoli tra loro simili, quello del commissario Scialoja in Romanzo Criminale – La serie e, più recentemente, quello del commissario Domenico Calcaterra in Squadra Antimafia.
Infine, in tutti gli UCI cinemas di Italia, l’ uscita del film sarà abbinata alla possibilità, a partire dal 10 gennaio 2015, di comprare i peluche raffiguranti Italo ed altri gadget targati ENPA; l’associazione userà il ricavato delle vendite per attività di salvaguardia degli animali.

Daniele Di Stefano