Arte Attualità Cinema e Teatro Film Telefilm Serie televisive Libri

Premio Strega 2014: poche ore alla proclamazione, chi sarà il vincitore?

Cinquina Premio Strega 2014
Cinquina Premio Strega 2014
Cinquina Premio Strega 2014

Stasera, giovedì 3 luglio 2014, nella splendida cornice del Ninfeo di Villa Giulia, avverrà la seconda e ultima votazione, con cui sarà proclamato il vincitore della 68a edizione del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il patrocinio di Roma Capitale, con il sostegno di Unindustria, l’Unione degli industriali e delle imprese di Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo, e la collaborazione di Eni. Il più importante premio letterario italiano il cui obiettivo è quello di sostenere giovani talenti e contribuire alla loro affermazione è di 5.000 euro e sarà consegnato da Giuseppe D’Avino, l’amministratore delegato di “Strega Alberti Benevento”. Sarà assegnato all’autore del libro più votato tra i cinque titoli finalisti che ricordiamo essere:

  •  Non dirmi che hai paura (Feltrinelli) di Giuseppe Catozzella, presentato da Giovanna Botteri e Roberto Saviano
  • Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori) di Antonella Cilento, presentato da Nadia Fusini e Giuseppe Montesano
  • La vita in tempo di pace (Ponte alle Grazie) di Francesco Pecoraro, presentato da Giuseppe Antonelli e Gabriele Pedullà
  • Il desiderio di essere come tutti (Einaudi) di Francesco Piccolo, presentato da Paolo Sorrentino e Domenico Starnone
  • Il padre infedele (Bompiani) di Antonio Scurati, presentato da Umberto Eco e Walter Siti

La serata finale riunisce gli “attuali” protagonisti della Società culturale italiana capitanata dal presidente Tullio De Mauro. Sarà Walter Siti (vincitore del Premio Strega 2013) però, come da rito, alle ore 21:30, in veste di presidente del seggio, a dare il via alle operazioni di voto. L’esito della votazione è determinato dalle preferenze espresse degli Amici della Domenica, il corpo votante storico del premio, ai quali si aggiungono quelli di 60 lettori fortiselezionati ogni anno da librerie indipendenti italiane e 15 voti collettivi espressi da scuole, università e Istituti Italiani di Cultura all’estero, per un totale di 460 aventi diritto.

 Nel corso della serata, saranno premiati anche il vincitore del Premio Strega Europeo, Marcos Giralt Torrente, da Lucio Battistotti, direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con un assegno di 3.000 euro, e  il vincitore della prima edizione del Premio Strega Giovani Giuseppe Catozzella, proclamato vincitore questo pomeriggio e premiato da Maurizio Stirpe, presidente di Unindustria, con un assegno dello stesso importo.

Anche quest’anno lo spoglio delle schede fino alla proclamazione del vincitore viene seguito in diretta televisiva da Villa Giulia. La trasmissione, in  onda dalle 23.25 su Rai Tre, sarà condotta da Gerardo Greco e Irene Benassi.

Come annunciato dal Comunicato Stampa del Premio Letterario Strega, dopo la proclamazione, l’autore vincitore del Premio Strega 2014 sarà chiamato a una maratona letteraria. Ad attenderlo, anzitutto Caffeina cultura il 4 luglio a Viterbo, seguito dal festival Il libro possibile a Polignano (Bari) il 10 luglio. A stretto giro, due giorni a Cervo (Imperia) per la prima edizione di Cervo ti Strega, dal 18 al 20 luglio, insieme agli altri quattro scrittori della cinquina. Ultimo appuntamento prima delle vacanze al Cortona Mix Festival, il 30 luglio. Una breve pausa e poi presentazione dell’opera premiata il 3 settembre al Teatro Vespasiano di Rieti.

Chi sarà il vincitore secondo voi? Sono aperte le scommesse! Non ci resta che aspettare l’esito.

 

 

A proposito dell'autore

Maria Eleonora Palma

Autore - Sono nata il lontano 24 Novembre del 1993 a Vittoria, una piccola città in provincia di Ragusa. Mi divido tra Catania, dove frequento il primo anno della facoltà di Scienze e Tecniche Psicologiche, e la mia città natale che amo tanto e a cui sono legati ricordi, amicizie e impegni vari. Sono una persona piuttosto socievole e accogliente, amo fare nuove esperienze (per questo piuttosto spesso mi ritrovo in situazioni buffe e stravaganti, comunque… sorvoliamo la faccenda!). Mi piace molto scrivere, leggere libri di tutti i generi e sono da ormai 4 anni educatrice in ACR (Azione Cattolica Ragazzi). I bambini sono il mio piccolo laboratorio: mi piacerebbe in futuro lavorare con loro, e grazie a questa opportunità ho scoperto pian piano che i bambini non sono dei piccoli “mostriciattoli capricciosi”, anzi un continente di emozioni, pensieri e comportamenti da scoprire. E’ molto bello e gratificante lavorare e avere a che fare con loro, spesso sono più sensibile e profondi degli adulti. Mi piacciono gli animali, anche se per ragioni di spazio, non ne tengo alcuno a casa. L’ultimo libro che ho letto è Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, uno dei miei libri preferiti, riletto più volte, questa è la terza, e credo uno dei testi meglio riusciti sull’autismo infantile. Non appena riuscirò a ritagliarmi un po’ di tempo, vorrei iniziare un corso di fotografia. Quello che mi manca è la Reflex, ma questo non è un problema.