Arte Attualità Catania Politica Società Università

Notte dei Musei – Catania registra un nuovo record con 13.000 ingressi! I numeri dei luoghi maggiormente visitati

castello ursinoLa “Notte Europea dei Musei” appena trascorsa ha fatto registrare un trend positivo relativamente alla partecipazione di turisti e catanesi all’interno dei musei e degli spazi aperti al pubblico durante la giornata di sabato. Secondo i dati forniti dal comune, pare che oltre 13.000 biglietti siano stati staccati nei centri di aggregazione culturale, che hanno visto l’apertura in orari insoliti di luoghi come il Castello Ursino, Palazzo della Cultura, Palazzo Valle, il Monastero dei Benedettini, l’Archivio storico e il rettorato di piazza Università.

“Da quando l’Amministrazione ha cominciato a lavorare – ha dichiarato il primo cittadino catanese Enzo Biancoquella di sabato è stata la quarta iniziativa del genere e il successo è stato crescente. Dobbiamo adesso consolidare questo trend dando vita a appuntamenti periodici che possano far crescere tra i catanesi la consapevolezza dell’enorme patrimonio posseduto dalla città. Un patrimonio che rappresenta un’identità di cui andare orgogliosi e da trasmettere ai turisti che visitano Catania”.

Questa linea – ha aggiunto l’assessore ai Saperi e al Turismo Orazio Licandro – si sta confermando vincente ed è tutt’altro che elitaria. Uno dei nostri maggiori successi è stato quello di portare cinquanta bambini dell’orchestra diretta dall’Associazione ‘Musica Insieme’ di Librino a scoprire, con famiglie e amici, il Castello Ursino. I bambini di Librino hanno suonato un Te Deum, a dimostrazione del fatto che la cultura, anche quella più raffinata, può coinvolgere chiunque. Questa serata, insomma, non è stata soltanto una grande festa popolare ma un momento reale di crescita morale e civile della città”.

Quasi 2.000 persone hanno visitato le Terme Achilleane, uno dei luoghi più visitati per l’evento europeo a Catania, mentre oltre mille sono stati gli ingressi al Monastero dei Benedettini di piazza Dante e 1.200 al Teatro Antico di via Vittorio Emanuele, dove si è potuti assistere al “Castigat ridendo mores”, grazie alla partecipazione degli allievi della Scuola d’Arte drammatica “Umberto Spadaro” del Teatro Stabile di Catania, per la regia di Ezio Donato e l’intervento musicale dei musicisti del Bellini di Catania.

Boom di accessi anche al Castello Ursino, che si è distinto come luogo più visitato con ben 2.700 persone; a seguire il Palazzo della Cultura con 2.200 accessi. Grande partecipazione anche per la riproposizione del Percorso di Gronda, con oltre duecento persone che hanno potuto ammirare la città dai tetti del Monastero e con tanta altra gente che per motivi di tempo non è riuscita a prenderne parte. Ma le istituzioni hanno confermato che in futuro sicuramente sarà riproposta, grazie anche alla richiesta e alla grande affluenza per questa visita.

Ma non è finita – ha sottolineato Licandro – perché, solo per fare un esempio, nel Palazzo Valle, di fronte al Palazzo della Cultura, dove la Fondazione Puglisi Cosentino ha in corso la mostra di Julio Larraz, ci sono stati in poche ore 1.700 spettatori. Tutti risultati che ci confortano ad andare avanti sulla strada intrapresa”.

Da TWITTER

#UNICT conquista Rai 1: quando vedere la puntata di "Linea Verde Life" https://catania.liveuniversity.it/2019/11/20/unict-rai1-quando-vedere-puntata-linea-verde-life/ di @liveunict

#Priolo al #SanMarco: "Diventi ‘teaching hospital’ per il futuro dei nostri giovani" https://catania.liveuniversity.it/2019/11/21/unict-priolo-san-marco-catania/

Qual è il livello di italiano scritto degli studenti dell’Università di Catania? E quali sono le sviste più comuni? Debora Guglielmino ne ha parlato con Gabriella Alfieri, professoressa ordinaria di Linguistica al DISUM. https://catania.liveuniversity.it/2018/12/05/universita-studenti-scrivere-alfieri/

Load More...