Scuola

Maturità 2023, domani la notte prima degli esami: le prove

maturità-2023
Maturità 2023: si avvicina sempre di più l'esame di stato per gli studenti siciliani e non solo. Ecco quando saranno le prove e come sono state composte.

Maturità 2023: si avvicina sempre di più l’esame di maturità per gli studenti italiani. In particolare, in Sicilia saranno oltre 48 mila gli studenti tra scuole superiori statali e paritarie che, giorno 21 giugno, affronteranno la prima prova, a partire già dalle 8:30. La maturità si svolgerà come nel periodo della pre-pandemia, infatti giorno 22 giugno ci sarà la seconda prova, mentre il 27 giugno ci sarà l’eventuale terza prova scritta.

Di seguito nello specifico come sono composte le varie prove d’esame e come gli studenti affronteranno l’esame di maturità 2023.

Maturità 2023, quando sarà la notte prima degli esami?

La scuola è ormai terminata in tutta Italia, questo vuol dire che la maturità è alle porte: la prima prova infatti è fissata per il 21 giugno alle ore 8:30, mentre la seconda prova è prevista per il giorno successivo ovvero il 22 giugno sempre alle 8:30.

Da queste date si evince che la notte prima degli esami sarà il giorno precedente, ovvero nello specifico la notte tra il 20 e il 21 giugno. Come ogni anno, gli studenti potranno decidere come passare questa notte: c’è chi festeggia con frenesia e chi invece preferisce rimanere a casa per un ultimo ripasso.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Maturità 2023, quanti studenti siciliani la affronteranno?

Secondo i dati dell’ufficio scolastico, dei 48.580 candidati siciliani, sono ben 24.370 che affronteranno la prova nei licei, 15.430 presso gli istituti tecnici e 8.780 negli istituti professionali, in Sicilia la maggior parte dei maturandi si concentra a Catania e a Palermo con rispettivamente 9.821 e 10.168 studentesse e studenti, seguono:

  • Messina (5.207);
  • Agrigento (4.050);
  •  Trapani (4.023);
  •  Siracusa 3.375;
  •  Caltanissetta 2.733,
  •  Ragusa 2.715;
  •  Enna 1.323.

Maturità 2023, come sono strutturate le prove?

La prima prova, ovvero lo scritto d’Italiano, sarà uguale per tutti i maturandi: la prova deve essere svolta in sei ore con il solo aiuto del vocabolario d’Italiano. Il Miur propone tre tipi di tracce:

  • Prima prova maturità, tipologia A: traccia dell’analisi del testo. Il Miur propone due possibili analisi del testo, che possono essere un brano di prosa o una poesia di un autore italiano vissuto nel periodo compreso dall’Unità di Italia ad oggi. Il maturando dovrà scegliere quale delle due tracce analizzare.
  • Prima prova maturità, tipologia B: testo argomentativo, new entry dell’anno scorso. Questa tipologia presenta a sua volta tre tracce che possono essere d’ambito: artistico, letterario, filosofico, storico, economico, sociale, tecnologico, scientifico. Il Miur ha stabilito una delle tracce di testo argomentativo sarà obbligatoriamente d’ambito storico.
  • Prima prova maturità, tipologia C: tema di attualità. Quest’anno il Miur fornirà due tracce d’argomenti vicini alle esperienze dei maturandi.

Il secondo scritto della maturità 2023 è diverso a seconda dell’indirizzo di studio scelto ma si svolge lo stesso giorno in tutta Italia, le tracce sono già state scelte dal Miur ma ovviamente non sono pubbliche, si sa solo che la seconda prova può comprendere una o più materie caratterizzanti del corso di studio.


Circonvallazione Catania da oggi chiusa al traffico: le aree interessate