Tecnologia e Social

Gmail, addio alla classica password: arriva il sistema passkey

gmail-passkey
Addio password, su Gmail arriva la passkey, un nuovo sistema per sostituire il classico metodo e ridurre i rischi connessi al furto di credenziali.

Al via l’era di “passkey“, la tecnologia nata per sostituire l’uso delle password tradizionali, sviluppata in collaborazione da Apple, Google, Microsoft e la Fido Alliance. Si tratta di un nuovo metodo per accedere al proprio account Gmail: adesso, per entrare basta utilizzare la propria impronta digitale o il riconoscimento del viso.

Passkey: di cosa si tratta?

Il sistema passkey nasce per sostituire la classica password. Infatti, lo sblocco avviene tramite un’autenticazione di tipo biometrico, come per esempio il riconoscimento dell’impronta digitale o del viso, l’immissione di un pin o una chiave hardware.

Lo scopo di questa novità è ridurre i rischi connessi al furto di credenziali o a combinazioni di caratteri troppo prevedibili e scontati: in questo modo, l’accesso diventa più semplice e sicuro. Passkey è disponibile da oggi per gli account Google classici, mentre per le utenze “workspace” il rilascio sarà graduale.

Come attivare passkey

È già possibile usufruire del servizio: Google ha infatti introdotto un popup che invita ad abilitare la passkey non appena ci si prova ad autenticare da un dispositivo compatibile. Tutte le principali piattaforme software ed i principali browser sono già compatibili, inclusi Android, iOS, macOS, Windows.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

Se si sceglie di attivare passkey per il proprio account ed il dispositivo in uso, appare un messaggio che invita a procedere seguendo le istruzioni. Poi, ogni volta che si effettuerà l’accesso al proprio account Google, non comparirà più l’opzione di immettere la password, ma direttamente la verifica dell’impronta o il riconoscimento del viso.

La vecchia password tuttavia non sparirà del tutto dai servizi Google: è necessaria per la stessa attivazione di passkey. L’obiettivo futuro, però, è dire addio al vecchio sistema.

UNIVERSITÀ DI CATANIA