Catania

Catania, aggressione ad autista AMTS: l’indignazione del sindacato Faisa Cisal

Foto di repertorio
Catania, un autista di AMST è stato aggredito stamattina in pieno centro. Lo comunica, con indignazione, il sindacato Faisa Cisal.

Ancora un episodio di violenza ai danni di un autista di AMTS, a Catania. Lo comunica con indignazione, condannando fortemente il gesto, il sindacato Faisa Cisal. “Un atto ignobile e inaccettabile. Chiederemo alle Autorità competenti la massima tutela  per autisti e controllori. Siamo vicini al collega aggredito oltre che a tutto il personal dell’Azienda”. Queste le parole del l segretario regionale della Faisa Cisal, Romualdo Moschella.

L’episodio è avvenuto stamattina in Corso Sicilia, in pieno centro, a bordo del bus della linea 935. Non si conoscono ancora le generalità dell’aggressore.

Il peggio è stato scongiurato dall’intervento di alcuni passeggeri e dal tempestivo arrivo di una pattuglia di Polizia. L’aggressore si è rivoltato anche contro gli agenti che alla fine lo hanno fermato. L’autista è stato condotto in ospedale dove le ferite riscontrate sono risultate non gravi.

Il segretario Moschella insiste, nel comunicato, sui provvedimenti da prendere al fine di garantire l’incolumità del personale, dopo questo ennesimo episodio. “Il fatto che alla fine le ferite siano state fortunatamente lievi — ha dichiarato Moschella — non diminuisce la gravità dell’episodio. Bisogna fare di tutto per garantire l’incolumità dei lavoratori dell’Azienda che, purtroppo, sono spesso vittime di aggressioni in una città dove la tensione sociale cresce alle stelle e può essere arginata solo dall’impegno collettivo di tutte le sue forze sane: amministrative, sindacali, imprenditoriali, professionali”.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!