Attualità

Bonus trasporti 2023: requisiti e scadenza del beneficio

bonus trasporti 2023 come funziona
Bonus trasporti 2023: la proroga al 31 dicembre 2023. Di seguito tutte le informazioni su come ottenerlo e chi può fare richiesta.

Bonus trasporti 2023: in vigore già lo scorso anno, il bonus trasporti è stato prorogato fino al 31 dicembre 2023. Il beneficio prevede un buono di 60 euro da utilizzare per l’acquisto di abbonamenti mensili o annuali dei mezzi di trasporto pubblico.

Bonus trasporti 2023: chi spetta

Il bonus trasporti 2023 può essere richiesto per un uso personale o per il figlio minorenne a carico, ma non è possibile fare un’unica richiesta per entrambi. Infatti bisognerà accedere con due accessi diversi in piattaforma.

La richiesta è consentita una volta al mese per un importo di 60 euro e a questo si aggiunge una novità: il bonus può essere accumulabile anche con altri benefici o sconti tariffari. Nel 2022 il bonus trasporti spettava solo a coloro che avessero un reddito non superiore ai 35mila euro, invece, con la nuova proroga, i beneficiari sarebbe solo coloro che non superano un reddito pari a 20mila euro.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Mezzi validi per il bonus

Il bonus può essere utilizzato per il trasporto pubblico (locale, regionale e interregionale) e per il trasporto ferroviario nazionale, ma sono esclusi i servizi di prima classe e simili. Si precisa, inoltre, che il beneficio è nominativo e può essere utilizzato solo online: infatti al momento dell’acquisto, verrà applicata la riduzione.

Sarà necesserario andare in biglietteria solo quando bisognerà emettere una nuova tessera, sulla quale caricare l’abbonamento e in questo caso, si precisa, di munirsi di una fotocopia del proprio documento di identità.

Richiesta del beneficio

Per richiedere il bonus trasporti 2023 basta accedere alla piattaforma MIMS con lo SPID (livello di sicurezza 2) o Carta d’Identità Elettronica e, successivamente, indicare il codice fiscale del beneficiario.

All’atto della registrazione è necessario l’inserimento delle seguenti informazioni:

  • nome, cognome, codice fiscale del richiedente; invece nel caso di un minorenne, bisogna indicare il codice fiscale del richiedente e certificato che attesti che il minore sia a suo carico.
  • il reddito del beneficiario non deve superare, nell’anno 2021, i 20mila euro. Se il requisito è richiesto per un minore, si prescinde dal reddito di chi lo richiede.
  • infine, il richiedente deve specificare per quale gestore del servizio richiede il bonus trasporti. Questa scelta sarà vincolante.

Una volta terminata la procedura di richiesta, con il codice QR code ottenuto, basterà presentarlo in biglietteria oppure on-line (se previsto dal gestore) al momento dell’acquisto.