News Sicilia

Sicilia, primario si suicida: era stato condannato per abusi sulle pazienti

medico siciliano condannato
Si è suicidato Roberto Caravaglios: il 60enne, primario di Radiologia in un ospedale siciliano, era stato condannato per abusi sessuali su tre pazienti.

Nel corso della serata di ieri, 18 gennaio 2023, si è tolto la vita il 60enne Roberto Caravaglios: il primario del reparto di Radiologia dell’Ospedale Abele Ajello, situato a Mazara del Vallo, si sarebbe suicidato intorno alle 20. Il nome di Caravaglios era piuttosto noto nell’Isola: lo scorso dicembre, infatti, era stato condannato per  abusi sessuali su tre delle sue pazienti.

Le violenze denunciate dalle tre donne, sarebbero state commessi tra marzo del 2016 e giugno del 2020: secondo il racconto delle tre vittime, una di Marsala e due di Mazara, il medico avrebbe commesso gli abusi durante le fasi preliminari e di accertamento delle isterosalpingografie, “allungando” le mani sulle pazienti, procedendo a contatti non richiesti dalle visite diagnostiche.

Una volta denunciati i fatti e iniziato il processo, per Caravaglios erano stati chiesti cinque anni e otto mesi di carcere: alla fine del processo, lo scorso 1 dicembre 2022, tuttavia, per via del processo compiuto con rito abbreviato, il medico era stato condannato a una reclusione di quattro anni e quattro mesi; al 60enne, inoltre, era stato richiesto un risarcimento danni di 8mila euro per ciascuna vittima e, infine, era stata inflitta l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni e di un anno dalla professione medica.

Università di Catania