Giarre e Riposto

Donna uccisa nel Catanese, oggi i funerali: convalidato arresto del marito

debora pagano
Si terranno oggi le esequie di Debora Pagano, la donna trovata senza vita nella casa di Macchia di Giarre. Intanto, il marito resta in carcere, considerato colpevole.

Rimane in carcere Leonardo Fresta, il marito di Debora Pagano, accusato di aver ucciso la donna 31enne trovata morta in casa. Il gip del tribunale di Catania, infatti, ha convalidato il fermo: era stato lo stesso Fresta a dare l’allarme, raccontando di avere trovato la compagna senza vita, ma gli investigatori hanno evidenziato una serie di anomalie da parte dell’uomo, che è stato subito fermato. La coppia ha una figlia, che al momento dell’omicidio però non era in casa in quanto affidata ai nonni per il weekend.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Debora sarebbe deceduta la sera di venerdì 8 luglio. Sul suo corpo sono presenti numerose ecchimosi, la frattura di diverse parti del corpo: motivi che hanno fatto escludere la morte per cause naturali. L’uomo, però, si proclama innocente, nonostante non riesca a fornire una spiegazione di cosa possa essere accaduto alla moglie. “Il mio assistito – ha detto il legale di Fresta – si è avvalso della facoltà di non rispondere ma continua a dire ‘non sono stato io, non ho ucciso mia moglie, non l’ho colpita io, non l’ho mai picchiata‘ “.

I funerali di Debora Pagano si terranno oggi 15 luglio, alle ore 17, nella chiesa di San Giuseppe in Letojanni. Il corpo è stato restituito ieri alla famiglia dopo l’autopsia. Alessandro Costa, sindaco di Letojanni, dove la donna è nata e cresciuta e da dove non si è mai allontanata definitivamente, ha proclamato il lutto cittadino e già da ieri è stato predisposto tutto per le esequie, nonostante si sia temuto uno slittamento perché la Procura, oltre l’autopsia, non aveva escluso anche altri analisi cliniche sul corpo della vittima.

Università di Catania