In Copertina Università in pillole

Migliori università Architettura: la classifica Censis 2022/23

Quali sono le migliori università Italiane per studiare Architettura? Ecco l'ultima classifica Censis con i relativi punteggi e criteri di valutazione.

Anche per l’anno 2022/2023 è stata pubblicata classifica Censis delle università italiane che permette di classificare i vari atenei ed orientare gli studenti pronti per le scelte universitarie future. Giunta alla sua ventiduesima edizione, l’analisi del sistema universitario italiano si basa sulla valutazione delle strutture disponibili, dei servizi erogati, del livello di internazionalizzazione, dell’occupabilità e della capacità di comunicazione.

Vediamo, in questo caso, qual è la classifica delle migliori università in Architettura in tutta Italia, e quali sono i punteggi attribuiti.

I parametri di valutazione

La classifica Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) tiene conto di alcuni stringenti parametri di valutazione per poter stilare una classifica adeguata delle migliori università in Italia. A tal fine vengono prese in considerazione due famiglie di indicatori, ovvero 1) progressione della carriera degli studenti e 2) internazionalizzazione.

Alla prima famiglia appartengono tre fattori: tasso di persistenza tra il primo e il secondo anno, tasso di iscritti regolari, tasso di regolarità dei laureati. Alla seconda altri tre: mobilità di studenti in uscita, università ospitanti, studenti stranieri iscritti.

Le migliori università Architettura

La facoltà di Architettura e ingegneria civile per eccellenza, per l’anno 2022/23, è l’Università degli Studi di Ferrara, che mantiene il primato come l’anno scorso. Il punteggio, però, cambia ed è pari a 105.5, mezzo punto più alto della precedente classifica. A seguire il Politecnico di Milano con 101.5 punti e l’Università di Pavia con 99 punti.

Ferrara privilegia anche nella progressione di carriera con 110 punti, insieme a Campania Vanvitelli. Seguono Padova (96) e Trieste (94). Nei rapporti internazionali, invece, privilegia Milano Politecnico con 110 punti, seguito a pari merito da Marche e Roma Tor di Vergata (108) e al terzo posto Pavia (197).

L’Università di Catania

La facoltà di Catania, invece, si colloca oltre metà classifica generale. Il punteggio attributo corrisponde a 80. Identica la situazione sia nella progressione di carriera che nei rapporti internazionali. La metà classifica inoltrata corrisponde, rispettivamente, ai punteggi di 84 e 77.

A proposito dell'autore

Giulia Manciagli

Giulia, classe 1997, laureata in Scienze e lingue per la comunicazione. Attualmente studentessa presso l'Università degli studi di Catania, in Lingue per la cooperazione internazionale. Amante del mondo della comunicazione e dei media. Lingue inglese, francese e spagnolo.

Università di Catania