Attualità

Bonus 200 euro: il modulo da compilare per ottenerlo

Bonus 200 euro: in arrivo la misura economica rivolta ad un'ampia platea di beneficiari. Per i lavoratori dipendenti sarà necessario presentare un'autocertificazione.

Bonus 200 euro: tutto pronto per l’erogazione dell’aiuto economico finanziato dallo stato con 6,3 miliardi di euro. La somma sarà erogata a lavoratori, pensionati e disoccupati. Per alcune categorie, la somma sarà erogata in automatico, mentre per altre occorrerà presentare una domanda.

Bonus 200 euro: il modulo per i dipendenti

I lavoratori dipendenti hanno diritto ai 200 euro senza dover inviare domanda, ma occorre compilare un modulo di autocertificazione. La norma specifica, infatti, che l’indennità “è riconosciuta in via automatica, previa dichiarazione del lavoratore” di essere in possesso dei requisiti necessari. 

Il documento deve contenere i seguenti dati anagrafici:

  • Nome;
  • Data e luogo di nascita;
  • Residenza e indirizzo;
  • Codice fiscale;
  • Nome del datore di lavoro e codice fiscale o partita Iva;

Inoltre, bisognerà dichiarare di essere in possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • Aver beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,8% nel primo quadrimestre del 2022 per almeno una mensilità (nell’eventualità di essere stato assunto alla fine del periodo);
  • Non essere titolare di trattamento pensionistico o di reddito di cittadinanza. (In questi casi il bonus non deve essere erogato dal datore di lavoro ma dall’Inps);
  • Non essere beneficiario del bonus con altri datori di lavoro, nella consapevolezza che è erogato una sola volta per ciascun avente diritto.

Chi può ricevere il bonus

  • I lavoratori dipendenti, per i quali l’aiuto statale verrà erogato direttamente in busta paga già da luglio;
  • I lavoratori domestici, che dovranno fare domanda presso i patronati;
  • I lavoratori Co.co.co (contratto di collaborazione coordinata e continuativa), gli stagionali, gli autonomi senza partita IVA, coloro i quali percepiscono RdC, Naspi, Dis-coll, i venditori a domicilio, infine gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo potranno richiedere il bonus;
  • I lavoratori autonomi e coloro i quali sono iscritti alle gestioni previdenziali dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale saranno una categoria interessata dall’aiuto statale una tantum; 
  • I pensionati, chi possiede attestazione di invalidità civile, chi percepisce l’assegno sociale e chi, infine, l’accompagnamento alla pensione; anche in questo caso, l’INPS farà in modo da accreditare agli interessati il bonus 200 euro, in maniera automatica, già dalla prossima mensilità.

Università di Catania