Università in pillole

Test Medicina 2022: info, date e novità

Test Medicina
Test Medicina 2022: tutte le novità che riguarderanno il test che si svolgerà a settembre per riuscire a prendere uno dei tanti ambiti posti.

Per iscriversi al corso di laurea in medicina e chirurgia è necessario affrontare un test d’ingresso che si svolgerà il 6 settembre 2022. Il test Medicina 2022 è una prova complessa composta da 60 domande a risposta multipla da completare in 100 minuti.

La prova si svolge contemporaneamente in tutte le università statali italiane mentre quelle delle università private si svolgono invece durante tutto l’anno e domande e graduatorie vengono gestite in autonomia dai vari atenei privati.

Test Medicina 2022: le date

Lunedì 7 marzo il Miur ha pubblicato le date ufficiali dei test che si terranno a settembre 2022:

  • 6 settembre: Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria;
  • 8 settembre: Veterinaria;
  • 13 settembre: IMAT (Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi dentaria in inglese);
  • 15 settembre: Professioni sanitarie;

Domande

Gli argomenti e le domande del test medicina 2022:

  • dodici quesiti di cultura generale (che però nel 2022 verranno ridimensionate);
  • dieci di ragionamento logico;
  • diciotto di biologia;
  • dodici di chimica;
  • otto di fisica e matematica.

Tempo e punteggio

Le domande del test sono 60 da risolvere in 100 minuti, e saranno così valutate:

  • 1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • meno 0,4 punti per ogni risposta sbagliata;
  • 0 punti per ogni risposta non data.

Test Medicina 2022: novità sul TOLC

Ma quali sono le principali novità del test Medicina 2022? Il maggior cambiamento riguarda proprio la modalità di erogazione del test: infatti, secondo quanto dichiarato e confermato dalla Ministra Messa, l’anno prossimo non si svolgerà più un test d’accesso unico ma si partirà con un percorso che può iniziare già durante gli anni del liceo. Il test, sarà accessibile agli studenti per quattro volte e si potrà entrare in graduatoria con il risultato migliore ottenuto.

Nello specifico, il test sarà quello meglio noto come “TOLC”, ribattezzato “Tolc-Medicina” per la situazione in cui verrà applicato. Secondo quanto dichiarato dalla Ministra, si potrà ripetere più volte all’anno ottenendo vari punteggi e inserendo solo il migliore in graduatoria. Nulla di diverso per quanto riguarda l’assegnazione dei posti: si seguiranno i criteri della preferenza dei candidati e delle disponibilità degli atenei, come fatto finora.

 Test Medicina, la conferma di Messa: “Dal prossimo anno cambiano le regole d’accesso”


Università di Catania