Catania

Prevenzione tumori del cavo orale: screening gratuiti al Cannizzaro di Catania

controlli dal medico
A breve, presso l'Ospedale Cannizzaro di Catania, sarà possibile sottoporsi a screening gratuiti per la prevenzione del tumore del cavo orale. I dettagli.

Domani, giovedì 21 aprile, dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e presso l’ambulatorio di Otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale dell’Ospedale Cannizzaro di Catania, sarà possibile sottoporsi ad uno screening gratuito per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore del cavo orale.

L’iniziativa rientra nel programma della Giornata nazionale promossa dall’Associazione otorinolaringologi ospedalieri italiani, alla quale ha aderito l’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria diretta dal Dott. Vincenzo Saita. L’accesso è libero in ordine di arrivo nell’ambito dell’orario previsto e non è richiesta prenotazione né ticket. L’utente dovrà compilare il modulo di autodichiarazione Covid-19.

La Giornata AOOI, il cui referente nell’Azienda Cannizzaro è il Dott. Alfio Azzolina, è giunta alla quarta edizione e lo svolgimento delle precedenti ha dimostrato “l’urgenza del tema dovuta a una scarsa consapevolezza dei tumori testa-collo”.

“Oltre la metà dei casi– sottolinea l’Azienda – giunge alla prima diagnosi, infatti, con malattia localmente avanzata o già metastatica, e di questi il 80% non sopravvive oltre i 5 anni”.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Al contrario, per i pazienti diagnosticati negli stadi iniziali il tasso di sopravvivenza si attesta all’80-90% .

“Questa è un’iniziativa importante e doverosa verso la cittadinanza – afferma il presidente nazionale dell’Aooi Michele Barbara – perché oltre a permettere una diagnosi precoce di questi tipi di tumori, e quindi migliorandone significativamente la prognosi, permette di riconoscere nel chirurgo specialista otorinolaringoiatra il fulcro per le competenze terapeutiche di questo peculiare e complesso distretto”.