News Sicilia

In Sicilia riapertura scuole rinviata, Bianchi: “Decisione legittima”

scuole
Per gli studenti siciliani le vacanze dureranno più a lungo: nell'Isola il rientro, che nella maggior parte delle altre Regioni avverrà oggi, slitta di qualche giorno. Arriva il commento del Ministro Bianchi.

Oggi, lunedì 10 gennaio 2022, la scuola riprende, ma non in tutta Italia. In Sicilia, per esempio, il rientro in classe slitta a giovedì (13 gennaio). La decisione è stata presa nelle scorse ore, a seguito di una riunione della task-forse regionale sulla ripartenza convocata sia dal Presidente della stessa, Adelfio Elio Cardinale, che dall’Assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla.

Di fronte al netto aumento dei casi da Coronavirus, e per effetto delle oggettive complessità applicative delle disposizioni nazionali per la riapertura delle scuole, il Governo regionale ha optato per una modifica del calendario scolastico, seppur minima.

Le scuole dell’Isola, così, restano chiuse ancora per tre giorni, anche in attesa di un nuovo esame della situazione epidemiologica in Sicilia. Una nuova convocazione della stessa task-force regionale è fissata per mercoledì 12 gennaio.

Si esplicita che la decisione del rinvio è stata presa tenendo in considerazione il numero minimo di giornate scolastiche da rispettare.

Riapertura scuola in Sicilia: il commento del Ministro Bianchi

Cosa ne pensa il Governo nazionale? Questo ha ritenuto“legittima” la decisione presa dalla Regione Siciliana. È quanto confermato dal Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, che ha fornito un commento sulla questione ai microfoni di Sky Tg 24. 

In primo luogo il Ministro ha precisato che “rispetto alla Campania la situazione è diversa”.

“Il calendario scolastico – ha precisato, poi,  Bianchi – dipende dalle Regioni. Si deve andare a scuola 205 giorni all’anno. In Sicilia era stato programmato tenendo fuori 4 giorni da poter spendere quando si riteneva e questo ha fatto“.

Messina: scuole chiuse fino al 23 gennaio

Un’ulteriore notizia relativa alle scuole arriva questa mattina. Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, ha disposto dal 13 sino al 23 gennaio (incluso), la proroga della sospensione delle attività didattiche in presenza. Ciò vale per Istituti comprensivi e scolastici pubblici, privati e paritari di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, micronido, sezioni primavera e gli asili in casa.

Speciale Test Ammissione