Attualità

Nuovo decreto, cambiano quarantena Covid e super green pass: le novità

Medici effettuano test a paziente in quarantena Covid
ANSA/ANGELO CARCONI
Nuovo decreto approvato dal governo. Cambiano regole per quarantena Covid, utilizzo del super green pass e mascherine. Tutte le novità previste.

Nuovo decreto su quarantena, green pass rafforzato e altre misure approvato dal governo nella serata di ieri. Nella giornata in cui l’Italia ha sfiorato i 100mila casi, le misure anti-Coronavirus oscillano da regole “light” per la quarantena Covid a inasprimenti sull’uso del Green Pass. A gennaio, tuttavia, potrebbero già arrivare ulteriori misure. Vediamo cosa cambia.

Quarantena Covid: tre opzioni possibili

Come anticipato nella serata di ieri, il nuovo decreto si concentra su un alleggerimento della quarantena per i vaccinati. In particolare, sono tre le opzioni possibili, a seconda dell’ottenimento della terza dose per i soggetti positivi.

Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione o dopo la somministrazione della terza dose. Tuttavia, per 10 giorni i soggetti che hanno avuto contatti con positivi e hanno completato il ciclo vaccinale devono indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2. Qualora siano sintomatici, invece, devono effettuare un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Infine, la quarantena Covid o auto-sorveglianza cessa anche in caso di test negativo rapido o molecolare effettuato anche da centri privati. In questo caso, la trasmissione all’Asl del referto avviene con modalità anche elettroniche e l’esito negativo determina la cessazione del periodo di quarantena Covid.

Nuovo decreto: come cambia l’uso del green pass rafforzato

Con il nuovo decreto Covid aumentano le strutture che devono richiedere il green pass rafforzato, ovvero il green pass valido con doppia o tripla vaccinazione. A partire dal 10 gennaio 2022, la certificazione verde serve per accedere e utilizzare mezzi di trasporto, compreso il trasporto pubblico locale e regionale.

L’uso del super green pass si estende, inoltre, alle seguenti attività:

  • alberghi e strutture ricettive;
  • feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
  • sagre e fiere o centri congressi;
  • servizi di ristorazione all’aperto;
  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici;
  • piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

Mascherine FFP2 e altre regole

Tra le ulteriori misure prese dal nuovo decreto Covid si registra un passo indietro per la capienza del pubblico negli stadi, ridotta al massimo al 50% per gli impianti all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso.

Verrà risolto con un ulteriore decreto, infine, il nodo sulle mascherine FFP2. L’uso intensivo di maggiori protezioni ha contribuito all’innalzamento dei prezzi e alla riduzione delle scorte. Per questo, c’è un’intesa di massima nel governo per calmierare i costi delle mascherine. Se ne occuperà la struttura commissariale, che dovrebbe stipulare apposite convenzioni con le farmacie.


 Mascherina Ffp2, dove serve? Le regole nel nuovo Decreto