Attualità

Stop ai contanti, in Sicilia crescono pagamenti contactless: dove si usano di più

cashback
Aumenta la percentuale di pagamenti contactless in Sicilia e, più in particolare, in alcune province dell'Isola: ecco quali.

Sempre più cittadini rinunciano ai contatti e prediligono pagamenti digitali contactless. Basti pensare che, nel corso del solo autunno 2021, la percentuale di italiani che evita di digitare il pin sulla tastiera o toccare il Pos ha raggiunto il 74%, portando il parziale dell’anno al 71%.

Questo è ciò che emerge dall’ultimo Osservatorio di SumUp, la fintech leader del settore, sottolineando come i pagamenti contactless, siano aumentati da una media del 53% nel 2019, al 66% nel 2020 e al 71% del 2021.

Questa tendenza alla rinuncia ai contanti è stata confermata dai commercianti: il 53% dei casi ha notato che i clienti preferiscono pagare in cashless. Il contactless, invece, viene usato da avventori di bar e club che, secondo il rapporto, in 8 casi su 10 preferiscono pagare senza contatto.

La crescita si manifesta in tutta Italia a livello regionale, anche se in misura minore rispetto a quella osservata nel 2020. Le Regioni del Sud Italia sono le prime per utilizzo della tecnologia “senza contatto”. La Sicilia si classifica subito dopo il podio con una percentuale del 72,5%.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di TEMU destinati agli studenti universitari per ottenere un pacchetto buono di 💰100€. Clicca sul link o cerca ⭐️ apd39549 sull'App Temu!

E per quanto riguarda le singole province? SumUp ha, in questo caso, sottolineato una crescita generalizzata ma meno evidente. In ogni caso, anche in questa classifica sono presenti le province siciliane. In particolare, spiccano per uso del contactless,  Trapani e Enna, sopra il 74% e  Palermo con il 73,7%.