Attualità In Copertina

Caro voli, tornare in Sicilia a Natale è di nuovo lusso: biglietti a cifre da capogiro

fuorisede
Con l'avvicinarsi del Natale 2021, ricomincia il dramma dei fuorisede siciliani: le tariffe dei voli per tornare a casa arrivano alle stelle, comprendendo, talvolta, itinerari da paradosso.

Quarantanove: questo è, complessivamente, il numero di giorni che ci separa dall’arrivo del Natale 2021. Una festività particolarmente attesa, forse più che negli altri anni: tutti gli italiani, infatti, difficilmente dimenticheranno le festività natalizie trascorse durante il 2020, tra l’alternanza di zone rosse nei giorni più “caldi” e zone arancioni nei restanti, così come l’imposizione del coprifuoco, fissato per le 22:00.

Il Natale del 2021, dunque, sarà per molti il momento per recuperare i giorni perduti lo scorso anno, da vivere con un po’ di serenità in più. Tra coloro i quali, senza dubbio, attendono di più l’arrivo delle vacanze natalizie, vi sono i fuorisede del Sud Italia che abitano nelle grandi città settentrionali: che sia per lavoro o studio, l’arrivo delle ferie equivale al poter tornare nelle proprie città di origine, per trascorrere le festività con le proprie famiglie.

Tuttavia, il tanto desiderato ritorno a casa non è affatto semplice da attuare, se non impossibile; anche per il 2021, infatti, il caro voli del periodo natalizio sta colpendo duramente coloro i quali vorrebbero volare dalle città del Nord Italia per tornare al Sud, almeno per le vacanze: persino le più famose compagnie low cost propongono ai propri utenti prezzi a dir poco paradossali, spese difficili da affrontare, specialmente per uno studente.

Voli per Catania: i prezzi da capogiro

Volendo esemplificare quanto i prezzi salgano alle stelle durante il periodo natalizio, si prenda dunque in considerazione, come destinazione, la città di Catania: sono moltissimi, infatti, gli studenti e i lavoratori provenienti dalla provincia etnea che tentano, per quanto possibile, di tornare a casa durante le ferie di dicembre.

Si parta, dunque, analizzando la tratta Milano Malpensa – Catania: la compagnia low-cost ungherese Wizz Air, celebre per le tariffe base quasi irrisorie verso le più diverse destinazioni, vede improvvisamente lievitare i prezzi nel periodo natalizio, proponendo biglietti da €225 per una tratta mattutina o €195 per una serale scegliendo di partire per la vigilia di Natale, primo giorno di ferie per la maggior parte dei viaggiatori in partenza.

Prezzi notevolmente più alti sono quelli proposti dalla compagnia low-cost irlandese Ryanair, che riserva ai propri passeggeri in partenza il 24 dicembre da Milano Malpensa le seguenti tariffe:

Infine, rialzo delle tariffe impressionante anche da parte di EasyJet: dai €23 del 16 dicembre si passa ai €243 della vigilia di Natale.

Le tariffe dalle altre città del Nord Italia

Volare per Catania il giorno della vigilia di Natale non è semplice neanche da altre mete del Nord Italia: si guardi ai prezzi proposti da Wizz Air e Ryanair dall’aeroporto di Venezia, “Marco Polo”.

Anche stavolta, si può notare come le tariffe di base vengano proposte a partire dai 195€ per Wizz Air e a ben 278,74€ da parte dell’irlandese Ryanair.

Il paradosso dei voli EasyJet da Venezia e Torino

Oltre alle spaventose tariffe, tutt’altro che low-cost, proposte dalle compagnie aeree, non è difficile imbattersi in proposte di viaggio quasi paradossali: è il caso dei voli EasyJet dagli aeroporti “Marco Polo” di Venezia e “Caselle” di Torino.

Si noti, partendo dal capoluogo del Veneto il 23 dicembre, come per raggiungere Catania servano dalle 21 alle 24 ore; come se non fosse abbastanza, la compagnia prevede uno scalo, presso l’aeroporto di Parigi: l’estenuante pacchetto completo viene offerto a ben €258.

Ancor più paradossali sono i voli proposti dall’aeroporto “Caselle” di Torino per raggiungere l’aeroporto “Fontanarossa” di Catania: si può raggiungere la provincia etnea in 11 ore e mezza fermandosi a Napoli per €208 circa; in alternativa, i passeggeri possono fermarsi a Londra prima di ripartire per la propria città di origine, pagando una tariffa di €440 circa.

“Natale con chi vuoi, Capodanno coi tuoi”

Tornare a casa per Natale, dunque, sembra quasi del tutto impossibile per i fuorisede al Nord. Una prima soluzione, sebbene difficile, sarebbe quella di comportarsi “al contrario”: far volare i propri parenti dal Sud Italia al Nord, voli per cui esistono tariffe senza dubbio molto più economiche, se non nella media.

Un’altra soluzione, più ironica, sarebbe quella di cambiare il famoso detto da “Natale coi tuoi, Capodanno con chi vuoi” a “Natale con chi vuoi, Capodanno coi tuoi”: tutte le tariffe dei voli low-cost vanno, infatti, abbassandosi notevolmente, tornando quasi alla normalità passate le festività natalizie.

Ma ironie a parte, ancora una volta i fuorisede del Sud vivono una situazione drammatica, ancor più difficile da accettare dopo il Natale del 2020, passato in sordina a causa della pandemia da Coronavirus. Sarà un altro anno di rinunce? Le compagnie proporranno soluzioni alternative? Ciò ch’è certo è che mancano meno di cinquanta giorni al Natale 2021: quale sarà il destino dei fuorisede durante le festività in arrivo?

A proposito dell'autore

Cristina Maya Rao

Nata a Catania il 23 Aprile del 1997, è laureata in Lingue e Culture Europee, Euroamericane ed Orientali. Attualmente frequenta il corso di Laurea Magistrale in Scienze del Testo per le Professioni Digitali.
Bassista, viaggiatrice e amante di qualsiasi espressione dell'arte, ha trovato in LiveUniCT una vera e propria famiglia, che l'ha aiutata e l'aiuta ancora a muovere i propri passi in campo giornalistico.
Mentre scrive, impara sempre qualcosa di nuovo. Ama scrivere di storia e cultura siciliana, ma anche di musica, arte, astronomia ed eventi; di conseguenza, è quasi sicuro che agli eventi di cui parlerà, in un modo o nell'altro sarà sempre presente.

Speciale Test Ammissione