Attualità

Da novembre cambia la revisione auto: tutte le novità

revisione auto
Revisione auto: costi in aumento per far eseguire il controllo biennale alla propria automobile. Ma c'è il bonus "veicoli sicuri" per attenuare le spese.

Revisione auto: le notizie non sono delle migliori per coloro i quali si avvicina la scadenza revisione auto. Degli aumenti nei prezzi per il costo della prestazione, infatti, sono in arrivo; il lievitare del prezzo, tuttavia, non è un fulmine a ciel sereno ma era già preannunciato da diverso tempo: era stato deciso un anno fa, in piena pandemia, e proprio per questo motivo era stato temporaneamente messo da parte. Ora, però, la decisione è definitiva: cosa cambierà, dunque, dall’inizio del prossimo mese?

Revisione auto costo

Quanto costerà in più, ai cittadini italiani, far revisionare la propria auto? Si ricordi che questo procedimento si effettua a cadenza biennale – fanno eccezione le macchine nuove, revisionate la prima volta dopo 4 anni. La variazione nel prezzo dipenderà dal dove gli automobilisti sceglieranno di far eseguire la prestazione sulle proprie auto: se in un’officina autorizzata, il prezzo lieviterà dai 66,88€ ai 79,02€, aumentando di ben 12,14€. Se invece si sceglierà di recarsi presso la motorizzazione civile, il prezzo per la prestazione sarà di 54,95€, con un aumento di circa 9,95€.

Bonus veicoli sicuri

Visto l’aumento dei costi per far revisionare la propria auto, il Governo italiano ha comunque ragionato su una possibile scontistica da far applicare da chi la richiederà: si tratta del bonus “veicoli sicuri”, e consta complessivamente in uno stanziamento di circa 4 milioni di euro, che tuttavia coprirà solamente il 3% del totale delle revisioni ministeriali, circa 400mila in tutto.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Come si richiede?

Si attende il 21 dicembre, giorno in cui dovrebbe essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge del Governo; verrà allora creato un portale apposito, dove sarà consentito a chiunque di registrarsi, senza limiti d’ISEE. Per accedervi e dunque richiedere il bonus (che copre, tuttavia, solamente i 9,95€ di aumento e non l’intero costo della revisione), bisognerà caricare il proprio SPID, l’IBAN e la targa del veicolo da revisionare.