Attualità

Vaccini, Figliuolo: “Accelerare su terze dosi coinvolgendo il più possibile i medici di base”

francesco figliuolo commissario
Il Commissario incaricato per l'emergenza Covid Francesco Figliuolo ha inviato una nota a tutte le Regioni in cui chiede di accelerare sulla somministrazione della terza dose e chiede il coinvolgimento dei medici di famiglia e delle farmacie.

Il Commissario incaricato per l’emergenza covid, Francesco Figliuolo ha inviato una circolare alle Regioni chiedendo di accelerare sulla somministrazioni delle terze dosi del vaccino anti-covid. Inoltre, il commissario ha rivolto un invito ai Farmacisti e ai Medici di Famiglia per coinvolgere il più possibile la popolazione.

Nella circolare si legge che, in merito alla tempistica di somministrazione della terza dose, le Regioni devono “procedere con immediatezza ad effettuare i richiami vaccinali in parallelo a tutte le categorie indicate”, considerata “l’attuale ampia disponibilità di vaccino e la perdurante elevata potenzialità di somministrazione”. 

Il documento di Figliuolo specifica che il solo vincolo riguarda la distanza di 6 mesi tra le due dosi. Dunque, potranno ricevere la terza dose di vaccino anti-covid unicamente i soggetti che si sono vaccinati da oltre 6 mesi e rientrano tra le categorie indicate dalla Regione.

“Questo coinvolgimento assicura la massima capillarità in una fase in cui, con la sovrapposizione dei cicli primari, dei richiami e della vaccinazione antinfluenzale, può diventare ulteriore valore aggiunto il rapporto tra cittadini e medici/strutture sanitarie ordinarie del territorio” – aggiunge la circolare.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!

Inoltre, l’obiettivo è quello di immunizzare con la terza dose tutti gli over 12 entro fine novembre, infatti si pensa già di estendere la prenotazione agli over 50. “La tempistica sulla quale si sta ragionando per l’allargamento della platea di chi dovrà ricevere il booster è tra fine 2021 e inizio 2022” – spiega a Sky TG24 il sottosegretario alla Salute Andrea Costa.