Catania

Catania, calci e pugni alla moglie davanti alla figlia: arrestato un uomo

violenza sulle donne
Ennesimo atto di violenza a Catania dove un uomo è stato posto in arresto dalla Polizia di Catania per aver picchiato la moglie davanti alla figlia di soli 3 anni.

Nella giornata di ieri, gli agenti delle volanti sono intervenuti in zona Barriera a Catania, dove una donna che era andata a prendere la figlia all’uscita della scuola era stata aggredita con calci e pugni dall’ex compagno sotto gli occhi dell’altra figlia di soli 3 anni.

L’uomo aveva tentato di parlare con la ex, ma al rifiuto della stessa è andato su tutte le furie strappandole dalle mani la borsa e le chiavi dell’auto per poi picchiarla selvaggiamente, fermandosi solo dopo l’intervento di alcuni passanti.

La signora ha riferito ai poliziotti che nonostante la fine della loro relazione, l’uomo che lei stessa aveva già denunciato per maltrattamenti e che era destinatario di un provvedimento di ammonimento questorile, non si era arreso. Infatti, aveva continuato a perseguitarla, pedinarla e mandarla innumerevoli messaggi di minacce che le avevano causato un forte stato di ansia e di paura.

Dopo l’aggressione, la vittima ha avuto necessità di cure mediche e quindi è stata scortata dagli operatori fino all’ospedale. Successivamente, la donna è stata accompagnata in Questura dove ha formalizzato un’ulteriore denuncia contro l’ex. Tuttavia, l’uomo è stato rintracciato presso l’abitazione della sorella dove si era nascosto ed è stato arrestato per i reati di lesioni personali e di atti persecutori. Inoltre, su disposizione del PM di turno è stato condotto in carcere, in attesa dell’udienza di convalida.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!